Pesca illegale,Guardia Costiera sequestra oltre 30 chili di tonno rosso a Maiori.

0
1085

L’intensa attività della Guardia Costiera di Salerno mirata al controllo e alla vigilanza della filiera della pesca, sotto il coordinamento del Capitano di Vascello Giuseppe Menna, ha portato nella tarda serata di ieri al sequestro di oltre 30 kg di tonno rosso nelle acque antistanti il Comune di Maiori.

Nell’ambito dell’incessante attività di pattugliamento della costa, i militari impiegati a bordo della dipendente motovedetta, congiuntamente al personale dell’Ufficio locale marittimo di Amalfi e di Maiori, hanno sorpreso un pescatore non professionale che deteneva a bordo ben 16 esemplari di tonno rosso sottomisura.

La normativa vigente, infatti, regolamenta in maniera molto rigida la cattura del tonno rosso(thunnus thynnus), vietando  la pesca di esemplari inferiori a 30 kg o inferiori a 115 centimetri di lunghezza.

All’atto del controllo, al trasgressore è stata irrogata una sanzione amministrativa di dieci mila euro, per la detenzione di esemplari di specie ittiche inferiori alla taglia minima consentita dalla legge.

Il tonno sequestrato, a seguito degli accertamenti di rito da parte del personale dell’Azienda Sanitaria Locale, che ne ha attestato l’idoneità al consumo umano, è stato devoluto a favore di un ente benefico che opera sul territorio.

I controlli della Capitaneria di Porto di Salerno, effettuati sia con mezzi navali che terrestri della Guardia Costiera, continueranno senza sosta, al fine di tutelare le risorse ittiche di specie protette oggetto di pesca indiscriminata e per garantire la salvaguardia dei consumatori.

LASCIA UN COMMENTO