Arrivato lo stand Aludays a Salerno per il riciclo dell’alluminio.

0
769

4.100 city bike, 88.600 caffettiere moka, 36.800 padelle, 27.100 lampade da scrivania, 5.300 cerchioni per auto, 4 carrozze di un treno ad alta velocità: è quanto si può realizzare con 41 tonnellate di alluminio riciclato, tante quante quelle raccolte a Salerno nell’ultimo biennio.

I risultati di raccolta in città – incoraggianti e stabili con un pro-capite cittadino che si assesta sui 150 grammi abitante anno – sono stati diffusi ieri in occasione dell’inaugurazione dello stand ALUDAYS, l’iniziativa promossa dal Consorzio CIAL (Consorzio Nazionale per il Recupero e il Riciclo degli Imballaggi in Alluminio) in collaborazione con il Comune di Salerno per consolidare e migliorare i risultati di raccolta differenziata dell’alluminio in città.

“Al momento il volume della raccolta a Salerno ammonta a quasi 21 tonnellate l’anno di imballaggi in alluminio, l’equivalente di circa un milione e settecentomila lattine”, ha spiegato Stefano Stellini, responsabile relazioni territoriali di CIAL. “Il riciclo dell’alluminio ha un alto beneficio ambientale perché consente un risparmio energetico del 95% rispetto al processo tradizionale. L’obiettivo di quest’iniziativa – ha proseguito Stellini – è sensibilizzare i cittadini di Salerno a raccogliere ancora di più e possibilmente raddoppiare i quantitativi. La nostra campagna #nonsololattine è volta proprio a promuovere a livello territoriale una raccolta più ampia di tutte le tipologie di imballaggio in alluminio: non solo, appunto, le lattine, ma anche bombolette, scatolette food, tubetti, vaschette e il foglio sottile da cucina.”

L’obiettivo a breve termine che CIAL e l’amministrazione cittadina si sono dati, insieme a Salerno Pulita (società che gestisce le operazioni e il servizio di raccolta), è quello dunque di raddoppiare i numeri della raccolta differenziata dell’alluminio nel giro dei prossimi due anni.

“Questa è la strada giusta”, ha commentato l’Assessore all’Ambiente del Comune di Salerno Angelo Caramanno plaudendo l’iniziativa. “Il problema non è soltanto attenzionare gli incivili, che purtroppo sono presenti in tutti i condomini, ma anche quello della disattenzione alla  differenziata in sé, sui cui c’è ancora tanto menefreghismo. Troppi quelli che ancora oggi finiscono con il conferire di tutto, anche gli imballaggi riciclabili, nell’indifferenziata. Stiamo lavorando tutti insieme perché la via maestra è quella della sensibilizzazione, entrando nelle case con messaggi tangibili come quello della campagna ALUDAYS e spiegando che dalla ‘munnezza’ si può tirare fuori ricchezza”.

Si punta molto sulle giovani generazioni, ben rappresentate dagli alunni della Scuola Primaria “Medaglie d’Oro” che hanno partecipato alla prima giornata del tour. “Sono i bambini, i ragazzi, gli alleati principali di qualsiasi progetto di novità. Alla fine diventano l’elemento guida anche per i loro genitori”, come ha evidenziato il presidente di Salerno Pulita Raffaele Fiorillo.

 

All’inaugurazione dello stand sono intervenute anche il Consigliere Comunale Sara Petrone e la signora Armida Del Sette, una delle prime tre vincitrici (insieme ad Alice Amendola e Bianca Rinaldi) della RICICLETTA®, la city bike ottenuta dall’equivalente di 800 lattine per bevande in alluminio riciclato, messa in palio da CIAL attraverso un concorso web legato al tour ALUDAYS.

Il concorso sarà attivo fino al 20 novembre all’indirizzo www.nonsololattine.it: basta rispondere a un paio di domande sulla raccolta differenziata oppure risolvere alcuni facili giochi sul riciclo dell’alluminio per provare ad aggiudicarsi una delle 20 bike in palio per i residenti di Salerno.

Il TOUR ALUDAYS stazionerà invece ancora fino a domani, domenica 7 ottobre, sul Lungomare Trieste (altezza Bar Nettuno) dove è allestito lo stand di CIAL: qui, attraverso alcuni giochi e momenti di coinvolgimento, i visitatori potranno conoscere meglio il mondo dell’alluminio, materiale riciclabile al 100% e all’infinito, focalizzare la loro attenzione sulle diverse tipologie di imballaggi in alluminio che possono essere oggetto della raccolta e quindi di riciclo, mettere alla prova le loro abilità di “buoni ricicloni” e vincere, giocando, dei simpatici gadget realizzati proprio in alluminio riciclato.

LASCIA UN COMMENTO