Vorrei ma non posto…come dare un senso ai social, evento finale per sensibilizzare gli studenti su bullismo e cyberbullismo lunedì 5.

0
241

Il 5 febbraio 2018, dalle ore 09:30 alle ore 13:00, in adesione alla Settimana Regionale in contrasto del cyberbullismo e bullismo prevista dal 5 febbraio 2018 all’11 febbraio 2018 in Campania ed alla Campagna “No hate speech”” promossa dal Consiglio di Europa in contrasto delle forme di discriminazione e razzismo online, si terrà presso il Centro Sociale di Salerno l’evento “Vorrei ma non posto…come dare un senso ai social”, patrocinato dal Comune di Salerno e di Pontecagnano Faiano e coordinato dalla dott.ssa Luciana M. Ranieri, progettista europea nella città di Roma che ha scelto di porsi a servizio della comunità salernitana, attraverso un impegno concreto nel campo dell’educazione dei giovani alla legalità e alla convivenza civile.

L’evento è promosso dall’Associazione A Voce Alta Salerno, guidata dal dott. Psicoterapeuta Fabio Martino, impegnata da anni nella promozione di azioni volte a contrastare il fenomeno della violenza maschile sulle donne e della violenza in generale, ed ha deciso grazie ad un finanziamento del CSV Salerno Solidalis di lavorare con le associazioni A.S.A.D. Pegaso, Sui Generis ed Insieme nel Progetto “Vorrei ma non posto” per educare ad un uso corretto di Internet al fine di evitare l’emergere di fenomeni di cyberbullismo e cyberviolenza. Questo evento rappresenta la conclusione di un percorso sviluppato negli Istituti Superiori di I° e II° grado della provincia di Salerno e nell’Università di Salerno e che ha visto coinvolte diverse risorse tra cui gli avvocati, dott.ri Valentina Sivoccia e Alessalandro Campagnuolo, le animatrici specializzate, dott.sse Martina Palumbo e Valentina Pisapia, la dott.ssa Simona Lombardi, esperta in comunicazione sociale e gli psicologi, dott.ri Pamela Ursoleo, Carolina Vastola e Fabio Martino ed anche un’assistente sociale, dott.ssa Rosaria Maschione.

Il 5 febbraio 2018, il Centro Sociale ospiterà una commistione di varie personalità del mondo dell’arte: un dj da Studio 76 Production, scuola per dj e producer di Marco Montefusco e vocalist da Pupi & Pupe management, titolari delle discoteche Dolce Vita e Sea Garden, coadiuvati da un cantante che “rapperà” canzoni che avranno un testo a sfondo educativo; testimonial importanti come i giocatori della Salernitana Calcio che presteranno la loro immagine a favore di questo evento; i rappresentanti del National Support Group del No Hate Speech Moviment Italia e delle Istituzioni Politiche Locali che hanno monitorato i progressi del progetto in questi mesi dal Sindaco Vincenzo Napoli, l’Assessore alle Politiche Sociali Nino Savastano ed il Consigliere Fabio Polverino Vice Presidente della Commissione Bilancio per il comune di Salerno e l’Assessore alle Politiche Sociali Francesco Pastore per Pontecagnano Faiano. Protagonisti, naturalmente, saranno gli studenti del Liceo Alfano I di Salerno e dell’Istituto Comprensivo Sant’Antonio di Pontecagnano Faiano, che daranno voce attraverso la lettura di testimonianze alle vittime di bullismo e cyberbullismo e si esibiranno in campi diversi quali il canto, la danza, e la musica. Saranno presenti anche i genitori e gli insegnanti che hanno trovato un valido supporto in questo progetto al fine di prevenire oppure trovare i giusti consigli per leggere i segnali di difficoltà e richiesta di aiuto proveniente dai ragazzi vittime di questi fenomeni. A tale scopo, sarà distribuito un decalogo informativo, una sorta di “vademecum”, completo di una serie di regole e consigli stilati dai nostri professionisti, in collaborazione con le associazioni “Manden-Diritti e Legalità” e “Non alzo le dita”, sulle corrette modalità per stare in rete, al fine di prevenire situazioni di ostilità tra i ragazzi che possono sfociare nel bullismo e cyberbullismo.

Sarà una vera e propria “giornata di solidarietà” che metterà insieme il mondo dello sport, della musica e della cultura, a favore della promozione dei valori di convivenza civile, offrendo una risposta concreta di educazione alla legalità ed al rispetto reciproco, anche a seguito dei recenti fenomeni di violenza perpetuata dalle babygang.

Per i più golosi, l’evento si aprirà alle ore 09:00, con un ricco buffet di apertura, gentilmente offerto dalla Centrale del Latte di Salerno; mentre al fine della diffusione del messaggio in tutto il territorio campano, l’evento sarà trasmesso in diretta streaming da Radio Bussola 24, collegandosi al sito www.radiobussola.it ed in diretta online sulla pagina ufficiale Facebook Studio76 e registrato in video da TDS Tele Diocesi Salerno.

LASCIA UN COMMENTO