Una serata all’insegna della solidarietà, curata dai giovani del “Vico-De Vivo”, al cine-teatro “E. De Filippo” di Agropoli.

0
649

Una serata dedicata alla raccolta fondi a favore di Telethon. Grande successo hanno registrato i ragazzi del “Vico-De Vivo” al ciine-teatro “E. De Filippo” di Agropoli.

Dare con assoluta spontaneità, liberalità e disinteresse ci rende migliori. Offre senso alla nostra vita e ci rende più forti. Si, proprio così. Le ragioni che ci inducono a donare contemplano la nostra fiducia nella dignità dell’essere umano, il credere nel diritto e nell’uguaglianza di ogni singolo individuo. Questi fondamentali stanno a cuore della nostra bella gioventù agropolese e si concretizzano con gesti di  valore, nel sostegno e nella promozione di una causa, come quella di Telethon.

Telethon da sempre mette la parola cura a ogni malattia genetica e per fornire adeguate risposte alle esigenze dei pazienti rari e delle rispettive famiglie percorre sentieri lunghi e difficoltosi. Grazie alla sensibilità di milioni di italiani ha raggiunto, in un quarto di secolo, importanti traguardi. Diverse malattie sconosciute ora hanno un nome. E’ stata superata la solitudine di numerose famiglie e un grosso numero di disabili vive fortunatamente  la propria quotidianità. Grazie a Telethon e ai suoi ricercatori  diversi bambini hanno  una nuova prospettiva futura; tanto viene garantito specialmente da terapie innovative. Si registra oggi, insomma, grazie all’intervento di Telethon un successo  in termini di terapie efficaci, diagnosi attese per anni e la qualità della vita per molti malati.  La forza di  Telethon è la donazione. Alla sensibilità di milioni di italiani si colloca anche quella dei giovani del Cilento. L’Istituto Superiore “Vico-De Vivo” ha voluto sposare la causa  Telethon.  Con una partecipata raccolta sul campo gli studenti hanno fornito recentemente un prezioso contributo. L’evento, col fine solidale a sostegno di Telethon, si è concluso con ampia partecipazione di consenso e di pubblico.

La dirigente scolastica, Teresa Pane e lo staff organizzativo (Professoressa Mariagiovanna Salzano, referente del Progetto, supportata dalle colleghe Marilù Cicalese, Brunella Covello e Biancamaria Vecchio), rivolgono un grosso grazie a tutti i presenti e, in particolar modo, a  coloro che hanno reso possibile la realizzazione dell’evento: Concerto bandistico Santa Cecilia di Castellabate; Danzarte 2; Fitdance school; Concordia Vocum (Mariano Barilari, Angela Barilari e Paola Santarpia); Miriam Saccente e Antonio Piesco; Mirko Greco (in arte Maciste); Associazione Punta Tresino ed in particolare il signor Giovanni Pisciottano (supporto tecnico audio/luci); Stile tv; il gestore del Cineteatro E. De Filippo Sergio Di Fiore; il responsabile tecnico del Cineteatro Francesco Funiciello. I ragazzi del “Vico- De Vivo”, con l’impegno profuso  in queste settimane, hanno raccolto circa cinquemila  euro a sostegno della causa adottata. È stata una esperienza esemplare in termini formativi e una meritevole azione umanitaria. Si rappresentano, di certo, di grande utilità queste singolari azioni di cuore nella scuola e trovano, nella sfera formativa, unitamente alle conoscenze e alle competenze, una valida collocazione in termini di crescita migliorativa. La nostra società, oggi più che mai, necessita di una più larga sensibilità e gratuità, di modelli comportamentali positivi, di levatura, capaci di contagiosa esemplarità.

 

Emilio La Greca Romano

LASCIA UN COMMENTO