SpaXiano, Giuseppe De Rosa ha presentato il suo album in anteprima nazionale all'Alfano I di Salerno.

0
112

serata spaxianoPresentato in anteprima nazionale presso l’Aula Magna del Liceo “ALFANO I”di Salerno con una Mostra dei dipinti di Enzo D’Ignazio ispirati  ai suoi brani , ” SpaXiano”, curato dal compositore Giuseppe De Rosa.

Il Maestro De Rosa è inoltre pianista, maestro collaboratore per la danza, direttore di coro e d’orchestra,autore di saggistica.

Il suo linguaggio musicale è decisamente trasversale contaminato da vari stili: dalla musica d’avanguardia al Jazz fino a quella elettronica.

Autore di sonorizzazioni per documentari RAI; autore di musiche da camera, sinfoniche, sacre, strumentali e vocali, di musiche dedicate al mondo dell’infanzia come lo Zecchino d’oro.

Il suo nuovo album dal titolo “SpaXiano” è un’opera musicale per sassofono e pianoforte, incisa da eccellenti musicisti, che si colloca ai confini tra il linguaggio jazzistico e quello colto della musica moderna.

Ogni brano dell’album ha ispirato un dipinto del pittore teramano Enzo D’Ignazio: che con la sua” sinergia artistica creatasi tra la musica e la pittura rievoca il ritorno di un mondo Impressionista”.

In una sala gremita, che da aula magna di una scuola della zona orientale, si è trasformata in prima serata in sala concerto , sono intervenuti prestigiosi ospiti , tra cui il M° Michele Carasia, sull’aspetto tecnico-compositivo di Spaxiano, il M° Gaetano Panariello, compositore napoletano, docente di composizione al conservatorio di Napoli, già direttore del conservatorio di Avellino, il critico musicale prof. Vincenzo Liguori, per una singolare “guida all’ascolto” del concerto.

Il concerto di musica contemporanea ha visto protagonisti i sassofonisti Silvio Rossomando, Domenico Luciano, Attilio Foglia, Adolfo Alberto Rocco e il pianista Raffaele Maisano.

Un evento suggestivo ed emozionante che ha coinvolto un pubblico molto eterogeneo , proveniente dall’intera regione campana interessato ad un genere musicale molto particolare e gradito.

“Impressioni barocche” e “Blue moon”, due dei brani dell’album, sono già stati nominati come migliori brani 2014 al Festival Internazionale del sassofono che si terrà a Fermo la prossima primavera.

Un vero successo nella cornice artistica ad opera del pittore Enzo D’Ignazio che ha narrato un percorso personale, interiore dedicato ai brani dell’emozionatissimo compositore De Rosa , e ha reso la serata ancor più piacevole , laddove arte, cultura, musica, ricerca, hanno reso sonore e armoniche anche le parole non dette, ma vissute, in una scuola , oltre le mura di aule e palazzi, un venerdì sera lontano dal frastuono ma dentro note in libertà.

Gilda Ricci

LASCIA UN COMMENTO