Pinocchio “ri-pensa” il mondo con gli allievi dell’Istituto Comprensivo Minori-Maiori

0
22

DiarioEnergiaSi avvia domattina con la consegna ufficiale dei tre diari scolastici tematici agli allievi dell’IC Minori – Maiori  (ore 8.30-12.30, Sala Consiliare del Comune di Minori) il progetto di Educazione ambientale nella scuola “Pinocchio ri-pensa il mondo”, promosso ed organizzato dai Comuni di Maiori e Minori in collaborazione con la Fondazione Nazionale Carlo Collodi (Pistoia), con il consorzio COSEA Ambiente SpA e con Lions Quest Italia, sezione dedicata ai progetti didattici del Lions Club International Foundation.

“Pinocchio ri-pensa il mondo” è un progetto  di educazione ambientale nato in Toscana, sviluppato tra Toscana ed Emilia, ed ora sta per essere attivato anche a Maiori e Minori. Toscano è il personaggio di Pinocchio, ma anche universale: grazie al suo esempio, già da 4 anni i bambini di oltre 40 scuole tra Pistoia e Bologna imparano a differenziare i rifiuti, a risparmiare l’energia, a rendere più sostenibile per l’ambiente il proprio comportamento e stile di vita, con un atteggiamento improntato all’attenzione e al rispetto per sé e per gli altri.

La Fondazione Nazionale Carlo Collodi e il consorzio COSEA Ambiente SpA sono i motori che hanno ideato e sviluppato il progetto, da quest’anno integrato dalla preziosa competenza di Lions Quest Italia. La Fondazione Collodi grazie alla sua esperienza con Pinocchio come testimonial di valori e cultura per i ragazzi e le loro famiglie, COSEA Ambiente SpA con la propria competenza nel trattamento dei rifiuti, in particolare quelli urbani, Lions Quest con il proprio progetto didattico attuato a livello mondiale hanno perfezionato insieme questa proposta educativa che anche gli allievi dell’IC di Minori-Maiori da domani potranno mettere in pratica.

Soddisfatto del progetto il sindaco di Minori, Andrea Reale, che ha dichiarato: “Il Comune di Minori e di Maiori stipulano un partnerariato con la Fondazione Nazionale Carlo Collodi sempre più convinti che la costa d’Amalfi deve aprirsi ad esperienze d’eccellenza nel segno della cultura e del rispetto dell’ambiente”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO