La Regione cancella l’autonomia dell’Istituto Comprensivo di Contursi Terme.

0
799

dal coordinamento di Fratelli d’Italia di Contursi terme riceviamo e pubblichiamo

La Regione, con Il provvedimento di Giunta n. 839 del 28/12/2017 relativa al dimensionamento scolastico ed al piano dell’offerta formativa, ha soppresso l’autonomia dell’Istituto Comprensivo di Contursi Terme accorpandolo all’Istituto Comprensivo di Oliveto Citra.

Con estrema leggerezza la Giunta De Luca cancella la storica Istituzione Scolastica Contursana. Erano appena venti i comuni in Provincia di Salerno sedi di Scuole Medie negli anni cinquanta e fra questi vi era Contursi Terme.

Negli anni passati, con un intelligente opera di convincimento nei confronti della Giunta di Centro Destra, presieduta da Caldoro, l’autonomia del Comprensivo di Contursi Terme fu mantenuta superando anche difficoltà di carattere tecnico ed amministrativo.

L’importante risultato fu conseguito, tra l’altro, grazie al lavoro politico svolto dall’on. Cirielli e dall’attuale Segretario regionale di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone, allora amministratori della Provincia di Salerno, che recepirono in toto le istanze provenienti dall’amministrazione comunale di Contursi Terme.

Oggi, invece, la notizia dell’accorpamento con Oliveto Citra, dovuto ad un atto scellerato della Giunta De Luca, che non ha tenuto in alcun conto le proposte avanzate dagli attuali amministratori locali, sentenziando la scomparsa dell’autonomia scolastica cittadina.

Un danno, non solo d’immagine, per una cittadina che è sede di un importante e strategico Polo Scolastico Superiore.

Una decisione che mette in discussione la peculiarità di Città della scuola e della formazione, che è stato costruito nel corso del tempo grazie all’impegno di tanti Presidi, docenti, amministratori. Uno sforzo comune supportato ed affiancato dalle precedenti amministrazioni provinciali e regionali di Centrodestra.

Per non vanificare il lavoro degli anni precedenti è quindi necessario una forte presa di posizione, in primis dell’attuale Amministrazione Comunale, poi di tutte le forze politiche cittadine, per contrastare un atto prevaricatorio della Giunta De Luca, che priva la nostra Città della storica autonomia scolastica. Rivolgiamo un appello all’Amministrazione Comunale affinchè vengano messe in atto tutte le azioni politiche ed istituzionali e, se necessario, ricorrendo anche alla giustizia amministrativa per far decadere l’atto giuntale del 28/12/2017,

LASCIA UN COMMENTO