Festa della Repubblica all'Istituto Montalcini di Salerno.

0
36

Si terrà  domani 2   giugno   dalle 9,00 alle 21,00 la manifestazione dedicata  alla Festa della Repubblica , organizzata dal prof. Vincenzo Marra della scuola media, dell’Istituto Comprensivo  “RITA LEVI MONTALCINI” di Salerno.Parteciperanno  famiglie,  studenti e  docenti della  scuola media , plesso “Giovanni XXIII”, che all’interno  del neo Istituto Comprensivo da anni organizza  questo evento  fuori le mura della  scuola ma dentro il
quartiere, negli spazi  aperti  di una   scuola  che  in un giorno di Festa e  di chiusura da calendario scolastico,  vuole  ancora una  volta rappresentare un”presido “ territoriale  di appartenenza  e  di  “identità nazionale”.

Arriverà la Repubblica  dal mare con il corteo  cittadino , arriveranno i ragazzi  che da  giorni sono impegnati nei preparativi, il tricolore sventolerà , i  canti e i racconti  animeranno la  giornata , con gare sportive,  giochi a  squadra e  di gruppo, grande  partecipazione di pubblico e  di genitori , per sentirsi sempre più  comunità  civile ,
impegnata   a  ricordare, a  celebrare  e  a fare memoria .

Dove? Nel Parco di Via  Fornari, adiacente  alla Chiesa di S. Maria  a Mare, un parco  che si anima  a Natale con il Presepe Vivente , un parco  che l’Associazione Tutto&Arte   provvede  da  anni a  conservare alla città , falciando erba ,   coltivando piante e  soprattutto   garantendo la pulizia e la  salvaguardia  di un piccolo polmone  verde  a  ridosso della Fermata della Metropolitana  finalmente  aperta  e poi  richiusa , in attesa di una riapertura  tanto attesa dai cittadini, dove i ragazzi e le ,loro famiglie , la  scuola, capitanata  dal prof. Marra andranno a  fare un breve  saluto augurale in nome  della  civiltà e della Repubblica Italiana.

Forse  anche  questo anno 2014, a quasi 70 anni dalla proclamazione  della Repubblica , in Italia, a Salerno una  scuola  di periferia  utilizzerà le sue ore “obbligatorie” e  previste di Cittadinanza e Costituzione per festeggiare e  parlare di democrazia e Repubblica.

Gilda Ricci

LASCIA UN COMMENTO