Anime Sospese, il film dei ragazzi del Liceo Alfano I proiettato al Conservatorio di Parigi.

0
903

Il Liceo Statale “Alfano I” di Salerno replica a Parigi il suo  film “Anime Sospese”.

Sarà proiettato a Parigi il 4 aprile alla fine dello spettacolo di inaugurazione della settimana della danza al Conservatoire de la Musique et de la Dance di Parigi, alla presenza delle famiglie degli studenti del Conservatoire.

Saranno presenti il direttore del Conservatoire, la dirigente scolastica Elisabetta Barone, la coreografa Annarita Pasculli, il M° Massimiliano Scardacchi  e i maestri  francesi,  che a Parigi hanno seguito gli studenti dell’indirizzo coreutico del liceo in queste due settimane  di  stage in Francia.  Il film, prodotto a Salerno,  è stato realizzato con  coreografie di Mariangela Siani della Compagnia Errance di Parigi, di  A. Pasculli e M. Scardacchi del Liceo “Alfano I” . Molte scene girate nella cittadina campana hanno visto  coinvolti gli studenti dell’indirizzo coreutico del Liceo nella varie location scelte.

 

Settantacinque minuti, durante i quali si narra la storia di giovane scrittore che, scrivendo il suo romanzo, immagina di trovarsi in un vecchio Caffè e di incontrare tra sogno e realtà, le anime “sospese” di personaggi della cultura, dello spettacolo e della musica di Napoli, da Caruso a Matilde Serao a Gabriele D’Annunzio a Paisiello, Rossini, che raccontano Napoli, la sua cultura, i suoi drammi, la sua poesia.

Il film è stato realizzato da studenti e docenti di tutti gli indirizzi del Liceo “Alfano I “e dell’IIS Trani di Salerno,  che ne ha  curato i costumi, con l’ausilio di esperti di didattica cinematografica, nell’ambito del Progetto “Paesaggi sonori…La tradizione della musica napoletana come modello di Made in Italy” .

“Anime sospese” conferma la possibilità di una reale condivisione, in un percorso didattico e storico-culturale, in attività di alternanza scuola lavoro con il corpo di ballo, le orchestre, i musicisti, gli attori, le comparse, una troupe esterna e alcuni attori professionisti.

Un prodotto che non è soltanto un film ma un modo innovativo di “fare “ scuola , studiando, approfondendo e soprattutto  confrontandosi con diverse  professionalità artistiche del territorio  ed europee .

Gilda Ricci

LASCIA UN COMMENTO