La tradizione della CUPETA, torna il BenTorrone a Benevento

0
123

cupeta-torrone-640x480Uno dei prodotti tipici del natale è il Torrone. Un dolce semplice ma gustoso, realizzato con ingredienti semplici: zucchero, miele, uova mandorle.
Le città più famose per questo particolare dolce sono di sicuro Cremona e il Sannio.
Nello specifico il Torrone di Benevento risale all’epoca sannita, ma è soprattutto, così come racconta Tito Livio, che il torrone ebbe un momento di esaltazione nell’epoca romana, infatti era molto apprezzato dai Romani, senza distinzione di classe sociale.
Quando si parla di Torrone sannita si deve parlare innanzitutto di cupeta, Marco Valerio Marziale nei suoi scritti afferma che il Sannio era famoso per le sue cinque C: Carduus, Cepae, Cerebrata, Cupedia, Chordae e cioè cardone, cipolle, cervellate, copeta, corde infatti racconta che la cupedia ( ghiottoneria), nome con cui era conosciuto dai romani il torrone, era una delle specialità gastronomiche del Sannio e non a caso i venditori ambulanti di torrone vengono chiamati “cupetari”.
La fama del torrone di Benevento, si è diffuso in particolar modo nel XVII secolo, in quanto in occasione delle feste natalizie il prodotto veniva mandato finanche a Roma a prelati e ad alti personaggi della capitale. Tanto che nei secoli successivi si diede ad una tipologia di torrone il nome “torrone del Papa”. Ma è con i Borboni che nel 1800 che vi fu il vero successo della “cupeta beneventana” facendolo diventare il prodotto natalizio per eccellenza e dando avvio ad una tradizione che si è tramandata nei secoli fino ai nostri giorni.
Tradizionalmente la cupeta, veniva servita calda, poi nei secoli ha cambiato forma e consistenza tanto da divenire un bel pezzo di materia dura ma friabile.
Di sua maestà il torrone si parlerà questo fine settimana a Benevento. Infatti torna di scena il Ben Torrone.
Infatti il centro storico si è popolato ti tante piccole casette di legno che nei giorno 30novembre e 1 dicembre, si riempiranno di dolciumi, torroni ed altre leccornie sia sannite che di altre regioni. Come tutti gli anni vi saranno anche delle riproposizioni tradizionali su come veniva fatta la vera Cupeta Beneventana.