Baby prostitute… secondo atto

0
145

Pollicino_e_l_orco_Gustave_DorèOramai aprendo un giornale o navigando in internet non c’è giorno che non venga pubblicata una notizia di ragazze che per pochi spiccioli decidono di avere rapporti intimi con coetanei o con persone più adulte. Ultimo caso quello di una ragazzina di 14 anni che per imitare le sue “amiche” più “famose” le baby squillo dei Parioli decide di avere rapporti nei bagno della scuola con dei coetanei. A quanto si legge lo avrebbe fatto per non essere derisa dai propri compagni. Che verrebbe da dire molto disadattati, perché hanno pubblicato in rete su un noto social network tutta la vicenda con tanto di foto che ha reso nota l’identità della Ragazza. A questa vicenda di pseudo emulazione si è arrivato perché, come aveva già affermato il Garante vi era una sovraesposizione mediatica della vicenda della prostituzione minorile? Un fatto è certo, fatti del genere sono sempre esistiti anche se a quanto pare la collettività l’ho scoperta da poco con costernazione, con dolore, con un forte senso di moralizzazione. Ma dove era la stampa o gli opion leader che girovagano per le varie trasmissioni televisive italiane gridando allo scandalo, difendendo la moralità e demonizzando il modo di vivere dei giovano nei mesi passati? Mai nessuno di loro è passato mai per un bagno di una scuola, di un bagno pubblico ( sia esso della stazione o di un bar ad un autogrill) o letto mai i messaggi che i ragazzi, per scherzo o sul serio lasciano? Dove erano i vicini di casa, gli insegnanti quando una mamma cedeva la propria figlia ( minorenne) nelle mani del vicino orco ( caso successo ieri a Salerno)? O all’imbrunire presso le stazioni ferroviarie dove giovani uomini offrono prestazioni per pochi spiccioli? Nessuno finora aveva visto nulla, nessuno sapeva nulla, ma non sarà che a nessuno interessava scoperchiare questo turpe vaso di Pandora? Tutti ormai a puntare il dito sulle nuove generazioni, sul loro modo di vivere e sul distacco che le famiglie hanno con la nuova generazione. Cercando e attribuendo responsabilità per questo deserto morale, puntando il dito su un personaggio pubblico o su un altro. Facendo una riflessione, sicuramente poco accettata, ma è solo da qualche ventennio che le cose sono cambiate, se uno ci riflette fino a una 40ina di anni fa le ragazze a 15 anni si sposavano avevano figli, erano mature per crearsi una famiglia. Esistevano le case chiuse! Cosa è successo negli ultimi 10 anni come mai solo in questo decennio si scoprono cose così atroci … siamo diventati noi più pruriginosi, è mutato l’approccio al sesso, oppure prima queste cose si tenevano nascoste?