Al via la XIII edizione di Scala Incontra New York

0
64

03 VolantinoTorna Scala Incontra New York, l’unico evento in Italia che ricorda l’apocalisse dell’11 settembre a Ground Zero. L’ associazione culturale “Scala nel Mondo”, presieduta da Ivana Bottone, tra tante difficoltà è comunque riuscita, a mettere in piedi un programma interessante. Sarà una tre giorni intensa, di cultura e spettacolo, nel segno della pace e del ricordo.

La tredicesima edizione sarà ricordata anche per il nuovo tratto distintivo dell’evento attraverso la rivisitazione grafica del logo, giovane, fresca e che apre ad una nuovo corso della kermesse, pronta a estendersi anche nel periodo invernale.

Si parte domenica 7 settembre, proprio con la presentazione del nuovo logo presso l’Aula Consiliare e a seguire in piazza Municipio andrà in scena la comicità degli attori di Made in Sud: Salvatore Gisonna, Matranga e Minafò e i Sud 58 con la partecipazione speciale di Tony Maiello, vincitore di Sanremo Giovani nel 2010, che interpreterà il brano “Il linguaggio della resa”. La serata sarà presentata dal Direttore de Il Vescovado Emiliano Amato.

Lunedì 8 settembre spazio alla cultura con la presentazione del volume di Padre Enzo Fortunato, Direttore della Sala Stampa del Sacro Convento di San Francesco in Assisi, “Vado da Francesco” , edito dalla Mondadori, presso l’Auditorium Lorenzo Ferrigno  alle ore 20.00  con la presenza di autorevoli firme del giornalismo nazionale.

Ultima serata martedì 9 settembre: come da tradizione, alla presenza di un alto rappresentante del Governo Italiano si svolgerà il momento centrale della kermesse, la cerimonia commemorazione delle vittime delle Twin Towers. Ai piedi del “Resurrection Day”, il primo monumento dedicato alla memoria delle vittime di quel terribile 11 settembre a New York, opera dell’artista Silvio Amelio, sarà deposta una corona d’alloro. Per non dimenticare, così da segnare nuovi percorsi per il futuro, con la consapevolezza del passato, i piedi nel presente e uno sguardo di speranza per l’avvenire.

Undici colpi a salve e gli inni d’Italia e degli Stati Uniti concluderanno la solennità.

A seguire concerto di Frate Alessandro, monaco e tenore italiano, il primo francescano ad aver firmato un contratto discografico con la Universal Music, una delle principali etichette discografiche mondiali. E per l’occasione sarà accompagnato dal Premiato Concerto Bandistico di Minori in un ensemble del tutto originale.

La tre giorni si volge in collaborazione con la Fondazione Meridies di cui l’Associazione Scala nel Mondo è socio fondatore e con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Comune di Scala.

Tutti gli eventi sono a ingresso libero.

LASCIA UN COMMENTO