Vietri, presentato il progetto Falegnameria Sociale.

0
107

Si è svolta questa  mattina, nell’aula consiliare del Comune di Vietri sul Mare, la conferenza che ha illustrato il progetto di “Falegnameria sociale” ideato dall’Associazione culturale “Tavole di Ponte”.

Il responsabile del progetto è il Maestro Matteo Annunziata, che ha iniziato la sua carriera nel 1979 dando vita al suo primo laboratorio di falegnameria a Nocera Inferiore; già attivo in iniziative di collaborazione con l’Onlus “L’abbraccio” con sede a Salerno dando vita, con il presidente della suddetta associazione Matteo Marzano, a un progetto di falegnameria rivolto ai giovani minori dell’area penale e non; nel 2014 ha fondato l’Associazione Culturale “Tavole di Ponte”, con l’intento di tramutare il disagio sociale e l’impoverimento culturale in nuove opportunità per i giovani in campo sociale e culturale, individuando come obiettivo del progetto “Falegnameria Sociale” l’intento di dare ad ogni allievo una visione globale dell’arte della lavorazione del legno, della sua natura nelle svariate essenze in uso e del suo corretto e adeguato utilizzo.

Il percorso didattico del progetto “Falegnameria Sociale” prevede: apprendimento degli stili e delle tecniche del disegno di arredamento; apprendimento delle tecniche e dei materiali di assemblaggio; progettazione estetico – pratica del manufatto; analisi delle materie prime da utilizzare per la sua realizzazione; formulazione dei costi e dei ricavi del manufatto; apprendimento del corretto utilizzo dei dispositivi meccanici per la sua realizzazione; apprendimento dei materiali per la protezione e conservazione del legno (finiture) in uso con particolare attenzione alle caratteristiche proprie dei prodotti atossici e naturali di sempre maggior uso nell’arredamento moderno; strategie di commercializzazione della produzione.

All’incontro, moderato dal giornalista Andrea Pellegrino, ha preso parte il Sindaco di Vietri sul Mare, Francesco Benincasa, che ha individuato nel progetto una grande opportunità per poter creare un gruppo appassionato all’arte della falegnameria, indipendentemente dalla condizione sociale ed economica, indirizzandosi soprattutto verso i cittadini disagiati; un corso gratuito che si svolgerà nella frazione di Iaconti. Il sindaco ha anche elogiato l’attività di volontariato su cui si fonda il progetto. Presente anche l’assessore all’ambiente e alle politiche giovanili Mario Pagano, che ha fatto da raccordo tra l’amministrazione comunale e l’associazione “Tavole di Ponte”, ha apprezzato l’idea e la bontà del progetto, che si propone anche di recuperare i vecchi mestieri e l’arte della falegnameria dando la possibilità anche ai giovani che hanno qualche difficoltà di poter intraprendere un percorso formativo adeguato e la possibilità di poter imparare un mestiere.

Anche il consigliere comunale Luigi Avallone è intervenuto e ha auspicato la buona riuscita dell’iniziativa, sull’onda lunga degli ottimi risultati degli anni scorsi anche in altri ambiti, come la scuola di pasticceria di Albori.

LASCIA UN COMMENTO