Trasferita la scuola dell’infanzia di Via Francesco Spirito all’istituto di Santa Caterina. Più sicurezza per 55 bambini a Giffoni.

0
80

scuolasantacaterinaDomenica scorsa il Sindaco Antonio Giuliano con l’intera giunta e consiglieri comunali, e con la dirigente scolastica della “Don Milani”, Prof.ssa Daniela Ruffolo, ha incontrato i genitori degli alunni iscritti alla scuola d’infanzia di Via Francesco Spirito, per illustrare le ragioni della chiusura del plesso scolastico, per l’anno corrente.

“Tra le trivellazioni dei lavori del vicino cantiere del Multimedia Valley, e la struttura scolastica che da anni presenta criticità a partire dal sottosuolo –spiega il Sindaco-  aggiungiamo l’impianto elettrico obsoleto, vari allagamenti che si sono verificati in passato perché esposto a tale inconvenienti, sinceramente, da padre responsabile, non mi sento di fare entrare qui 55 bambini. Questo stabile è fatiscente, e già da tempo si doveva chiudere. Ci troviamo difronte ad un’emergenza, abbiamo problemi di bilancio, vi chiedo di comprendere con noi il problema”.

L’alternativa per i bambini è sicuramente più vantaggiosa. “Per voi c’è un’offerta in termini di strutture e servizi di grande eccellenza -spiega la dirigente scolastica Ruffolo– l’istituto di Santa Caterina è il top. Vedrete i vostri figli si troveranno bene. State sereni”.

Il problema dei genitori dei bambini iscritti alla Francesco Spirito è la lontananza che è a tre chilometri.  “Si avrà un centro di raccolta con un apposito Pullman nella vicina cittadella -annuncia il Sindaco Giuliano– si tratta di pagare un piccolo ticket di 10 euro mensile. Chi ha due figli paga sempre la stessa cifra”.

All’incontro era presente anche un funzionario dell’Azienda del Cittadino che gestisce il trasporto scolastico locale ed ha assicurato la massima collaborazione.  Dalla Cittadella del Cinema il  Pullman parte alle ore 08,30 diretto a Santa Caterina. Il ritorno è previsto alle ore 13,20.

Per il resto degli istituti, l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Angela Maria Mele, annuncia la regolarità al suono della campanelle, e il ritorno delle cuoche nelle mense scolastiche, con l’utilizzo di prodotti alimentari a chilometri zero.

LASCIA UN COMMENTO