Prima Giornata Ecologica di Eboli: a Campolongo associazioni, comitati di quartiere, volontari, guardie ambientali e addetti comunali.

0
121

La somma tra l’amore per il territorio e la voglia di mantenere pulito l’ambiente e le proprie zone di residenza, ha prodotto la Prima Giornata Ecologica di Eboli. Volontari, istituzioni, organismi deputati alla pulizia tutti insieme per dare non solo un nuovo volto alla zona litoranea, ma anche per lanciare un segnale forte.

Tutto parte dall’amore per la propria terra e dal supporto che la macchina comunale ha garantito in questa occasione.

L’iniziativa, comunque, parte dal territorio e dai comitati di quartiere, in questo sensibilizzati dall’azione del delegato del sindaco di Eboli, Daniel Di Matteo, che si occupa di convogliare necessità ed esigenze dei tanti residenti nell’area litoranea.

Di Matteo ha convocato tutti coloro i quali avessero a cuore la pulizia del territorio e la tutela dell’ambiente.

E così in zona Campolongo, questa mattina, sono arrivati, insieme con il sindaco Massimo Cariello, i rappresentanti dei comitati della zona, con in testa Ugo Giordano, presidente del comitato di quartiere Campolongo, Domenico Alfano, presidente del comitato di quartiere Santa Cecilia ed Emilio Cicalese, portavoce del comitato di quartiere Fiocche-Papaleone, oltre al parroco di Santa Cecilia, don Daniele Peron ed al consigliere comunale Giuseppe La Brocca. Con loro c’erano i mezzi della Sarim, i vigili urbani guidati dal comandante Cosimo Polito, le guardie ambientali. C’erano anche tanti giovani volontari ed esponenti delle associazioni locali, primi fra tutti i componenti dell’associazione “Giovani per la Marina di Eboli”.

«Queste iniziative sono dei veri e propri segnali per la nostra comunità – ha sottolineato il sindaco di Eboli, Massimo Cariello -. L’amore per la propria terra e per la propria città ci deve unire tutti, al di là dei singoli luoghi di residenza. Questi giovani, insieme con i comitati di quartiere della zona, hanno avuto la capacità di mobilitare il mondo del volontariato e le associazioni, a cui abbiamo immediatamente garantito il supporto comunale, anche grazie all’impego dell’assessore comunale all’ambiente, Ennio Ginetti, per un’azione che tutela il territorio e punta e pulire l’area. E’ una strada virtuosa, segnale forte di fiducia e di impegno da parte di tutti. E’ la strada giusta che istituzioni, singoli ed associazioni devono percorrere».

Oltre ai mezzi della Sarim, a Campolongo sono arrivati anche alcuni mezzi agricoli, con i quali gli organizzatori hanno dato vita alla vera azione di pulizia della zona, provvedendo al taglio delle erbe lungo la strada litoranea, garantendo pulizia all’area e sicurezza alla circolazione. «Sono iniziative per le quali il supporto comunale ci sarà sempre – ha commentato l’assessore all’ambiente, Ennio Ginetti -. La volontà amministrativa è di mantenere alta l’attenzione per l’area litoranea, che costituisce un importante biglietto da visita per la città e soprattutto un volano economico importante, a cui Eboli non può rinunciare».

LASCIA UN COMMENTO