Positano premia la Danza, sabato 30 su Sky Arte HD.

0
90

Positano ospita una manifestazione seguitissima dal popolo della danza, giunta alla 43ma edizione nel 2015, lo storico Premio “Léonide Massine”, dedicato al grande coreografo e ballerino che come Rudolf Nureyev, scelse l’isolotto de Li Galli come residenza eletta.

Nel documentario in onda in prima visione assoluta su Sky HD sabato 30 luglio alle 19,45 la musicologa Laura Valente, Direttore generale e artistico ‘Positano premia la danza’ , e il grande Alberto Testa, Presidente Onorario Premio Massine, conducono gli spettatori in un suggestivo viaggio nella storia della danza a Positano.

Nel documentario che ha il suo cuore nella serata di gala della spiaggia grande , oltre al tedesco Lutz Förster, storico interprete degli spettacoli di Pina Bausch, divenuto due anni fa direttore artistico del Tanztheater Wuppertal, personaggio molto amato da pubblici trasversali (è stato applauditissimo anche al Festival di Sanremo), danzano i migliori artisti emergenti della scena mondiale come l’inglese Edward Watson (Premio Benois-Massine Mosca-Positano), il cubano Isaac Hernandez (English National Ballet), gli italiani Francesca Foscarini (coreografa emergente) e Davide Dato (Solista Opera di Vienna), tutti premiati da una giuria internazionale composta dai maggiori critici del settore: Leonetta Bentivoglio (La Repubblica, Italia), Tatiana Kuznetsova (Kommersant, Russia), Jean-Pierre Pastori (24heures, Svizzera), Roger Salas (El Pais, Madrid), Sergio Trombetta (La Stampa, Italia). Intervistata anche la fotografa Ninni Romeo, autrice della mostra Toi-Toi dedicata a Pina Bausch e il sindaco di Positano Michele De Lucia.

Il documentario fa parte di un progetto, premiato dal maggior punteggio tra quelli sostenuti dall’UE, grazie al quale Campania punta per la prima volta sul “sistema danza” come impresa culturale diffusa e attrattore per il turismo di qualità e lancia le sezioni Positano Winter e Positano Young dedicate ai giovani e alla conservazione della memoria dei luoghi con la creazione di un centro di documentazione . Grazie al progetto europeo ‘Positano Premia la danza’ la splendida località amalfitana per una intera settimana d’estate si trasforma in capitale dell’arte tersicorea con performance, mostre ed eventi che richiamano anno dopo anno visitatori appassionati da tutto il mondo e tanti giovani artisti oltre a stelle internazionali, come Lutz Förster, premio alla carriera nell’edizione 2015, seguito a quelli dati a Matz Ek, Alicia Alonso, Mikhail Baryshnikov, Carla Fracci e molti altri.

LASCIA UN COMMENTO