Nel Comitato Provinciale per l’Ordine Pubblico e la Sicurezza il Comune di Eboli ottiene l’impegno per un potenziamento delle Forze dell’Ordine.

0
78

Massimo-Cariello-foto-PoliticadementeLe problematiche legate al controllo del territorio ed alla sicurezza per i cittadini di Eboli sono state illustrate dall’Amministrazione comunale questa mattina, in occasione della riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza.

Il Comune di Eboli era rappresentato dal primo cittadino, Massimo Cariello; dall’assessore alla sicurezza, Armando D’Aniello; dal comandante della Polizia Municipale, Cosimo Polito. Sul tavolo provinciale, il sindaco di Eboli ed i suoi collaboratori hanno portato tutte le emergenze e le criticità del territorio comunale, in vista di un possibile potenziamento degli organici delle forze dell’ordine che servirebbe a garantire maggiore presenze sul territorio e controlli sempre più capillari per un’auspicata prevenzione, oltre che per le azioni di contrasto e repressione sia dei reati, sia dei comportamenti che generano un allarme sociale diffuso.

«Le forze di Polizia Municipale soffrono di una gravissima carenza di organico – ha commentato l’assessore alla sicurezza, Armando D’Aniello -. Ci stiamo attrezzando attraverso gli strumenti normativi che ci possono permettere di tamponare il problema, vista l’impossibilità di andare a nuove assunzioni. Attraverso il meccanismo dei fondi per la mobilità provinciale tenteremo di avere in organico nuovi vigili urbani, ma la carenza rimane grave e ci impedisce di presidiare il territorio come vorremmo attraverso il nostro comando dei vigili urbani».

Il sindaco di Eboli, Massimo Cariello, ha illustrato le urgenze, dettagliando problemi e necessità del territorio e dei cittadini. Innanzitutto, Cariello ha sottolineato la presenza di microcriminalità, un fenomeno che crea incertezza e sfiducia nei cittadini, incidendo sulla sicurezza pubblica.

Il primo cittadino di Eboli ha indicato come, su un territorio comunale vasto come quello di Eboli, vi siano diverse zone considerate a rischio. Poi la presenza di numerosi clandestini, specie lungo le aree costiere ed a ridosso della Strada Statale 18.

Infine, Cariello ha segnalato il ripetersi di attacchi vandalici a strutture pubbliche e private ed alcuni episodi legati ad incendi considerati dolosi, soprattutto in alcune aree della periferia comunale. Una riunione proficua, quella del comitato per l’ordine e la sicurezza di questa mattina, perché il sindaco di Eboli ed i suoi collaboratori hanno ottenuto le risposte che chiedevano per garantire la sicurezza pubblica.

«Abbiamo decisamente chiesto il potenziamento degli organici della forze dell’ordine che operano sul nostro territorio – ha spiegato il primo cittadino di Eboli, Massimo Cariello -, motivando la richiesta con episodi e criticità evidenti. Abbiano ottenuto non solo risposte, ma anche impegni precisi a livello prefettizio, perché è stata assicurata ad Eboli la massima attenzione, con l’impegno di intervenire in materia di organici, potenziando quindi le presenze e le azioni di controllo e contrasto dei fenomeni da parte delle forze dell’odine».

LASCIA UN COMMENTO