Minori ricorda il Marò Salvatore Alfonso Amatruda.

0
545

La memoria storica di una comunità costituisce il terreno di incontro tra le diverse generazioni, il filo invisibile che salda un paese, un luogo ed un territorio ai propri valori e principi.

Il ricordo è la memoria sono ancor più un atto dovuto, nei confronti di un proprio concittadino che ha dato la propria vita in difesa dell’Italia, e che in nome di quei valori non ha più fatto ritorno tra i suoi cari.

Il Marò Cannoniere Salvatore Alfonso Amatruda era nato a Minori nel 1904, ed era stato chiamato alle armi nel II conflitto mondiale sul  fronte greco-albanese. Dopo l’8 settembre venne fatto prigioniero dai Tedeschi, deportato in un campo di concentramento e di lavoro in Germania, morì a Duisburg il 1 febbraio 1945 sotto i bombardamenti.

Per volontà dei familiari del Caduto i suoi resti sono stati fatti rimpatriare dal Cimitero Militare di Guerra Italiano di Amburgo, dove era stato sepolto, e traslati a Minori dopo un passaggio al Sacrario delle Fosse Ardeatine a Roma.

In ricordo del sacrificio e dell’elevato valore storico e morale per tutta la comunità, invitiamo la cittadinanza a partecipare al rito che si svolgerà presso la Basilica di Santa Trofimena domenica 22 ottobre 2017 alle ore 10.30, dove la sua memoria e il suo esempio saranno commemorati quale patrimonio della nostra Minori.

LASCIA UN COMMENTO