Minori, pulizia asta torrentizia fiume Reghinna Minor.

0
47

fiume3Grazie al lavoro determinato e continuo dell’Amministrazione e dell’Ufficio Tecnico di Minori, un nuovo importante risultato si va ad aggiungere alle numerose opere di miglioramento realizzate in questi anni sul fronte della sicurezza idrogeologica.

Il pericolo dovuto all’atavico dissesto di parte del territorio, costituisce un impegno prioritario e costante del Comune guidato dal Sindaco Reale, che già negli anni passati ha raggiunto importanti obiettivi (progettazione per la messa in sicurezza dei valloni Petrito e Sambuco, predisposizione del Piano di Protezione Civile, etc.).

Nella stessa ottica, a brevissimo termine si procederà alla pulizia dell’asta torrentizia del fiume, con lo svuotamento dai detriti alluvionali e dalla vegetazione spontanea.

E’ un intervento di assoluto rilievo, attinente alla sicurezza delle persone e delle cose ma anche all’aspetto igienico-sanitario e a quello (non secondario in un contesto turistico) dell’estetica dei luoghi.

La Regione Campania e il Genio Civile di Salerno hanno prodigato con immediatezza le rispettive risorse e competenze, raccogliendo le sollecitazioni del Comune a tutela della comunità minorese.

Un altro fondamentale tassello del medesimo percorso è la già accennata pubblicazione del bando per la realizzazione del Piano di Protezione Civile intercomunale (Minori, Ravello, Tramonti, Maiori, Cetara), rilevantissimo in particolare per proteggere i residenti dal rischio di colata fango in caso di condizioni meteorologiche particolarmente avverse.

20151010_174923In un contesto nazionale assai tormentato nel campo del pericolo idrogeologico, anche alla luce di una diffusa prolungata incuria e di stanziamenti economici spesso insufficienti, l’impegno del Comune di Minori vale a rassicurare i cittadini dell’attenzione e della responsabilità profuse dagli organi pubblici locali.

LASCIA UN COMMENTO