Memorial Amato – Signorini, venerdì 25 e sabato 26 la 4a edizione a Tramonti.

0
308

Al via la quarta edizione del Memorial Franco Amato e Gianluca Signorini che si terrà il 25 e 26 maggio 2018 a Tramonti.

Anna Trieste – volto noto del tifo partenopeo, Alessandro Bernardini e Raffaele Pucino – calciatori dell’US Salernitana 1919 accompagnati da Gianluca Lambiase – addetto stampa dell’US Salernitana 1919, Salvatore Gagliano – Presidente Comitato Regionale Campania, Rino Iuliano – portiere dell’US Avellino 1912, sono solo alcuni dei tanti nomi che comporranno il parterre d’ospiti d’eccezione di questa quarta edizione: voci di corridoio parlano di atleti titolati e campioni della massima serie e nell’entusiasmo generale stanno iniziando ad uscire le prime indiscrezioni, tra cui quasi sicura la presenza del Presidente Vigorito e del Presidente Lotito. La macchina organizzativa è a lavoro per sistemare gli ultimi preparativi: ospiti il calciatore Andrea Signorini, figlio del compianto Gianluca, e Chantal Borgonovo in rappresentanza della Fondazione Stefano Borgonovo Onlus.

Ma questa edizione sarà ancora più speciale: dopo l’unanimità del Consiglio Comunale e il nulla osta della Prefettura di Salerno è stato portato a termine l’iter procedurale per intitolare lo ‘Stadio Comunale di Tramonti al compianto Avv. Franco Amato’, il giusto riconoscimento al Campione, all’uomo e al professionista.

L’Associazione “Franco Amato: un uomo, un capitano”, sostenuta dall’Amministrazione Giordano, ha voluto fortemente questo elogio, memore del grande cuore sportivo del compianto Franco Amato, avvocato scomparso prematuramente a causa di un tumore maligno. Franco, confidenzialmente per tutti “Il Capitano”, ha rappresentato durante la sua attività sportiva nel nostro territorio costiero, e soprattutto a Tramonti, l’esempio di calciatore da emulare per correttezza, lealtà sportiva e rispetto dell’avversario. L’Associazione ha scelto di accostare il capitano ad un altro campione di virtù, Gianluca Signorini, calciatore, allenatore, dirigente sportivo, ma soprattutto un grande uomo, celebrato dai tifosi genoani come “Il Capitano”, anch’egli scomparso prematuramente a causa della sclerosi laterale amiotrofica: un esempio per tutti coloro che amano i valori più sani dello sport, una persona leale fuori e dentro il campo.

Il Convegno “L’importanza dell’alimentazione nella pratica e nella prevenzione dei tumori” – previsto venerdì 25 maggio dalle ore 18.00 nell’Aula Consiliare del Comune di Tramonti, moderato dal giornalista Rai Enrico Varriale e coordinato dal giornalista de Il Mattino Mario Amodio – sarà il confronto tra i due capitani, del dilettantismo e del professionismo, e si approfondirà il rapporto tra lo sport e il cibo, sia come fonte di nutrimento che come elemento di prevenzione delle malattie; ospiti d’eccezione il Dottor Giovanbattista Sisca – medico sociale del Bologna Football Club, e la Dott.ssa Annalisa Giordano – esperta di Alimentazione e Cucina Naturale, Preventiva e Adiuvante in Oncologia e Senologia.

Ricco, inoltre, il programma agonistico: sabato 26, giornata moderata dalla giornalista Carolina Milite, la cerimonia di intitolazione dello Stadio Comunale a partire dalle ore 17.00; la Messa dello Sportivo alla presenza di autorità civili, militari e religiose e con la partecipazione di tutte le associazioni sportive della Costa d’Amalfi; il torneo under 12 delle squadre in cui ha militato il Capitano (Tramonti, Agerola, Maiori, Amalfi); la partita tra lo Sport Club ‘85 Tramonti e la compagine degli Avvocati e dei Magistrati contro la Squadra del Capitano.

In quest’occasione sarà assegnato il premio “Un uomo un Capitano 2018”, a Giuseppe Bruscolotti detto Pal ‘e fierro’, Campione del passato e storico Capitano del Napoli di Maradona, e al top player Ciro Immobile, Capitano della Lazio e Capocannoniere della stagione agonistica 2017/2018. A conclusione della serata, inoltre, un percorso enogastronomico con musica dal vivo.

«Cancro e sclerosi laterale amiotrofica i nostri nemici da battere e la nostra iniziativa vuole raccogliere fondi che saranno destinati all’Airc e alla Fondazione “Stefano Borgonovo” Onlus, proprio per affilare le armi e combattere questa battaglia onorevole – ha dichiarato il Presidente Raffaele Imparato. Anche per questa quarta edizione siamo pronti e spero con tutto il cuore che possa essere di nuovo un grande successo: abbiamo la passione e la voglia di fare grandi cose».

«Esperti a confronto per discutere di sport, vita e prevenzione, perché bisogna essere dinamici sempre, ma bisogna farlo attraverso la conoscenza e la preparazione – ha dichiarato l’assessore allo Sport del Comune di Tramonti Vincenzo Savino. Quest’anno arriva un riconoscimento ufficiale, l’intitolazione dello Stadio Comunale, ma a Tramonti e in tutta la Costa d’Amalfi sono anni che il Capitano Franco Amato viene celebrato come un esempio da seguire e da emulare: un gesto dovuto, perché sentito da tutta la comunità. Speriamo di donare anche stavolta un sorriso ai meno fortunati, perché la vita come il calcio è un gioco di squadra e solo insieme si possono vincere le grandi sfide».

LASCIA UN COMMENTO