Lab/Ora, forum delle idee a Pontecagnano.

0
35

labora14E’ stata presentata sabato mattina, all’interno dell’Ex Tabacchificio Centola, la Rassegna “Lab/Ora- Forum delle Idee”. L’evento, che è organizzato dal Comune di Pontecagnano Faiano, guidato dal Sindaco Ernesto Sica, con il patrocinio di Confindustria Salerno, Università degli Studi di Salerno, Azienda Ospedaliera Universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” Salerno, Coldiretti Salerno e Confagricoltura Salerno, si terrà dal 7 al 14 settembre a Pontecagnano Faiano.

“Lab/Ora” si propone come un vero e proprio Forum, un contenitore aperto di idee, caratterizzato da una serie di incontri e dibattiti di elevato profilo culturale, sociale, politico, economico, sanitario e ambientale, capaci di attivare strategie di confronto e di partecipazione. In apertura della conferenza stampa, il Direttore artistico Carla Maurano, illustrando il programma degli appuntamenti, si è soffermata sulla volontà di creare un luogo dove incontrarsi e discutere di temi e idee concrete che verranno poi raccolti in un documento. “Non è un evento spot” , ha chiarito l’architetto Maurano “ma un’occasione per confrontarsi e lanciare nuove proposte con grande riferimento alle giovani generazioni”.

L’Assessore alla Cultura Virginia Ivone, da pochi giorni in Giunta, ha, quindi, inteso ricordare l’importanza della memoria storica e delle radici di una comunità rivolgendo apprezzamento per una rassegna “di cui condivido appieno contenuti e finalità” e annunciando nuovi progetti. “E’ un battesimo molto fortunato per il mio assessorato e rappresenta anche uno stimolo in più per la futura programmazione” ha aggiunto.

Conclusioni affidate al Primo Cittadino Ernesto Sica. “Investire nella cultura, soprattutto oggi, non è sicuramente facile – ha esordito –ma credo che sia fondamentale garantire momenti di confronto e di crescita per una comunità. Con questa rassegna vogliamo realizzare un grande contenitore di idee da racchiudere in una futura pubblicazione. L’evento, allo stesso tempo, si propone anche di rinvigorire il senso di appartenenza del nostro territorio e l’auspicio è che possa crescere negli anni perché crediamo molto nel suo sviluppo”.

La cerimonia di apertura, in programma domenica sera alle ore 18, ha visto un convegno sullo Sbarco angloamericano e l’inaugurazione di una mostra fotografica, con la proiezione di filmati originali, e uno spazio riservato alle giovani generazioni. Nel corso della rassegna, sono stati affrontati molti argomenti, tutti estremamente attuali e di sicuro interesse, con momenti di confronto sull’erogazione del credito, i migranti, l’alimentazione, l’agroalimentare, il turismo e il sistema sanitario. Spazio anche alla dimensione della spiritualità con il ricordo della figura di Giovanni Paolo II.

LASCIA UN COMMENTO