Inaugurato il MIMU (mini strutttira museale) al Comune di Mercato San Severino.

0
470

di Clementina Leone

 “Give me a museum and I’ll fill it”. “Pablo Picasso” e  così è stato ieri  19 giugno a partire dalle  ore 18:00 al Comune di Mercato San Severino,  l’evento inaugurale della “mini struttura museale” “, “MIMU” già concepita  dall’amministrazione uscente guidata dal dott. Giovanni Romano ex Sindaco di Mercato S. Severino ed ex Assessore Regionale all’ambiente, e continuata dall’attuale amministrazione guidata dal Sindaco dott. Antonio Somma,  che insieme all’Assessore con delega alle Entrate tributarie e patrimoniali, Politiche culturali, Turismo e Scuola Vincenza Cavaliere, all‘Assessore Regionale allo “Sviluppo e Promozione del Turismo”  Corrado Matera e al professore Giuseppe  Rescigno responsabile “MIMU”, con una conferenza stampa nell’aula consiliare hanno dato il via   all’apertura della  “mini struttura museale”,  alla quale hanno partecipato oltre al Vice Sindaco Gerardo Figliamondi e ai Consiglieri e Assessori dell’attuale amministrazione, anche tante altre persone importanti e non solo come: l’Onorevole Tommaso Amabile, il presidente della pro loco di Mercato San Severino, la dirigente scolastica della scuola Secondaria di I  grado San Tommaso Angela Nappi, l’ ex Assessore dr.ssa Assunta Alfano, Veronica Carratù, membro attivo dell’Associazione “Noi donne Soprattutto nata per aiutare le donne  con il cancro al seno” ecc…

Ma tornando alla conferenza stampa, ad aprirla è stato il Sindaco Antonio Somma, il quale ha dichiarato: quello di oggi è per Mercato San Severino un giorno che segna un evento straordinario, perché apre per la nostra città  un nuovo importante orizzonte culturale,  visto che l’arte  in ogni sua manifestazione e forma, è quel qualcosa in più che permette al territorio di poter mettere in evidenza tutte le sue risorse. «Noi abbiamo un grande passato – ha proseguito l’assessore Vincenza Cavaliere, siamo appassionati alla nostra storia e alle nostre radici, abbiamo grandi tradizioni, ma allo stesso tempo siamo anche uomini del presente. Se gli antichi non fossero stati degli innovatori, oggi non avremmo questa ricchezza millenaria nel “nostro paese”. I musei che nascono oggi sono musei diversi, non più soltanto raccoglitori di opere d’arte, ma veri e propri “pezzi di storia”, che vanno messi in evidenza per mettere in luce la vera “anima”delle città.  “Il turismo in Campania sta cambiando volto grazie anche a  strategie condivise, coordinate e di respiro internazionale attraverso le quali la nostra Regione sta diventando sempre più una meta turistica ha continuato l’assessore al Turismo Corrado Matera , infatti, con la programmazione di un sistema strutturato di eventi e la realizzazione di progetti di eccellenza partendo dalle grandi città, anche quelle più piccole riusciranno a diventare dei punti di forza della Campania, che è attualmente al secondo posto per numero di visitatori nei musei. Infine, prima dell’apertura ufficiale della “mini struttura museale” al comune di  Mercato San Severino, il bravissimo professore ed esperto di storia locale e non solo Giuseppe Rescigno , ha spiegato un po’ brevemente a tutti il “cuore del MIMU”, nato come supporto al Parco Naturalistico Archeologico Regionale del Castello dei Sanseverino, che attraverso scavi , sin dal 1985 ha fornito i reperti che oggi vi si conservano. Il Museo è strutturato in due sezioni: archeologica e naturalistica, e da certe tipologie di cocci di ceramica, in particolare la graffita, è stato possibile appurare un collegamento mercantile con centri del nord, come Firenze e Ferrara e addirittura con  Valencia in Spagna. Inoltre, “la mini struttura museale” oggi gode del riconoscimento regionale ed è stata inserita nella collana dei Musei della Campania.

LASCIA UN COMMENTO