Il pluricampione di canottaggio Giuseppe Abbagnale in visita a Mercato San Severino martedì 15.

0
290

Il 15 maggio 2018, alle ore 10,00, nell’Aula Consiliare “Carmine Manzi”, Guglielmo Talento, delegato della Giunta  Nazionale CONI e il campione di canottaggio Giuseppe Abbagnale incontreranno la comunità sanseverinese e di seguito si recheranno in visita presso alcuni plessi scolastici.

Lo comunica il sindaco, Antonio Somma, che ha espresso viva soddisfazione per questa visita che rafforza la connotazione sportiva della Città.

Abbagnale è vincitore di due titoli olimpici e sette mondiali nel canottaggio, portabandiera per l’Italia ai Giochi Olimpici di Barcellona 1992. Ha gareggiato assieme al fratello Carmine e con Giuseppe Di Capua timoniere vincendo la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Los Angeles  e alle Olimpiadi di Seul.

Con lo stesso equipaggio ha vinto il campionato del mondo negli anni: 1981, 1982, 1985, 1987, 1989, 1990 e 1991.

“La nostra Città – ha dichiarato Giuseppe Albano, assessore allo Sport – si evidenzia marcatamente per l’attenzione rivolta alla rilevanza della pratica sportiva : a dimostrarlo è la presenza dei campioni che, formatisi presso le palestre cittadine, portano in alto il nome di Mercato S. Severino in tutto il mondo. Pertanto, la presenza di un pluricampione, affermato e conosciuto, rappresenta un’occasione di confronto e di emulazione e, soprattutto, la dimostrazione dei valori positivi che lo sport propone e persegue”.

I due ospiti, dopo la cerimonia al Comune, si recheranno in visita, con i rappresentanti delle Istituzioni,  presso tre plessi scolastici: alle ore 10,30 alla Scuola Elementare “Don Salvatore Guadagno”, alle ore 11,15 alla Scuola Media “San Tommaso d’Aquino” e alle ore 12,00 alla Scuola Elementare di Sant’Angelo.

“Abbiamo ritenuto opportuno – ha detto l’assessore alle Politiche Culturali, Scuola e Turismo, Enza Cavaliere – questo incontro con gli alunni di alcuni plessi scolastici perché siamo convinti della funzione positiva che lo sport esercita nel percorso di crescita psico-fisica degli adolescenti e, pertanto, la testimonianza di un campione serve a sensibilizzare e a spronare”.

LASCIA UN COMMENTO