Il Comune di Sala Consilina si stringe attorno alla famiglia della ragazza morta per un intervento chirurgico.

0
357

L’Amministrazione Comunale di Sala Consilina partecipa al dolore della famiglia Lobascio, per la tragica perdita di Rosaria. In particolare il sindaco Francesco Cavallone esprime la propria vicinanza ai familiari della sfortunata 22enne, morta in seguito ad un intervento di riduzione dello stomaco.

“Siamo vicini ai familiari di Rosaria –afferma il primo cittadino- in questo tristissimo momento, prima di tutto dal punto di vista umano. Impossibile immaginare il dolore dei genitori e dei congiunti per la perdita di una giovane di 22 anni, che aveva tutta la vita davanti a sé. Rosaria era ragazza dal cuore grande e piena di qualità, e la sua scomparsa prematura è una tragedia immane, che colpisce tutta la comunità di Sala Consilina e non solo.

Siamo e saremo vicini ai familiari di Rosaria –sottolinea Cavallone- anche da un punto di vista “giudiziario”: quanto accaduto deve essere attentamente vagliato dagli organi inquirenti. È evidente che ci sono situazioni in questa vicenda che devono essere chiarite dagli organi competenti, e risposte che devono essere date. Anche in questo necessario percorso di ricerca della verità –conclude il sindaco di Sala Consilina- siamo e saremo vicini ai familiari di Rosaria.”

LASCIA UN COMMENTO