Eboli, uffici Giudice di Pace trasferiti in struttura comunale, risparmio di 120.000€ all'anno.

0
106

Comune-di-Eboli-116Chiusura del contratto di locazione con la struttura che attualmente ospita gli uffici del Giudice di Pace e predisposizione della nuova sede. La Giunta comunale di Eboli, nell’ambito delle azioni per razionalizzare la spesa e contenere i costi degli apparati pubblici, è intervenuta sull’oneroso contratto di locazione della struttura di via Statale 19.

In pratica, l’esecutivo cittadino ha deciso di comunicare alla proprietà che dal prossimo giugno, data di scadenza del contratto di locazione, il Comune non intende rinnovare il contratto, optando per il trasferimento degli uffici del Giudice di Pace in una delle strutture pubbliche sul territorio, in questo modo contenendo i costi di mantenimento dell’importante ufficio.

Il contratto di locazione in essere ed ora cancellato dalla deliberazione di Giunta comunale pesava sul bilancio del Comune di Eboli per circa 120 mila euro ogni anno. Un costo consistente, soprattutto perché nel patrimonio del Comune di Eboli esistono alternative adeguate per ospitare l’importante ufficio. Inoltre, non tutti i locali oggetto del contratto di locazione risultavano poi effettivamente utilizzati, a dimostrazione di come ormai fosse del tutto sovradimensionata l’offerta di spazio rispetto alle reali esigenze dell’ufficio.

«Abbiamo voluto dare un ulteriore segnale forte di risanamento delle casse comunali – ha spiegato il vicesindaco con delega al Patrimonio, Cosimo Pio Di Benedetto -. Da un lato tagliamo decisamente i costi, dall’altro metteremo a disposizione dell’ufficio del Giudice di Pace una sede meglio confacente alle esigenze operative, anche per quanto riguarda gli spazi». Intanto, l’Amministrazione comunale sta valutando una nuova sede per l’ufficio del Giudice di Pace, verificando spazi ed idoneità, interna ed esterna. Le ipotesi sono diverse, si sceglierà quella che risponderà meglio non solo alle strette esigenze dell’ufficio, ma anche alle esigenze di chi dovrà rivolgersi all’ufficio stesso. «Stiamo valutando diverse ipotesi – illustra il sindaco di Eboli, Massimo Cariello -. Naturalmente si tratterà di una struttura comunale, fra quelle disponibili all’interno del patrimonio comunale. In questo modo eviteremo un esborso enorme, come negli anni scorsi, ed in più metteremo a disposizione di questo importante ufficio una struttura che abbia anche gli spazi esterni adeguati alle esigenze di chi si rivolgerà al Giudice di Pace».

LASCIA UN COMMENTO