Eboli, inaugurato sportello comunale microcredito e fondo rotativo.

0
427

Le nuove opportunità per i giovani, nel campo delle professioni e delle imprese, passa da oggi attraverso il nuovo sportello per il microcredito e per il fondo rotativo SELFIEmployment attivato dal Comune di Eboli. Inaugurazione in Corso Garibaldi, in una struttura già sede di uffici per lo sviluppo e del Forum della Gioventù, dove se ne occuperà il settore comunale attività produttive, guidato da Francesco Mandia. In mattinata, davanti ad una platea composta da molti giovani, oltre che amministratori ed operatori economici, c’era stata la presentazione dell’iniziativa, rivolta ad una platea vastissima, che dalla rete messa in campo dal Comune insieme con gli organismi di credito garantisce spazio per imprese ed attività, favorendo l’inserimento dei giovani nel mondo delle imprese e del lavoro.

«E’ una nuova iniziativa che si inserisce nella filosofia degli interventi a sostegno del lavoro dei giovani e della realizzazione delle loro idee nel campo dell’impresa – ha detto il sindaco, Massimo Cariello -. Un vero e proprio sportello, che si somma ai provvedimenti assunti nel campo delle borse di studio, del servizio civile e del programma garanza giovani».

Un percorso condiviso dalla maggioranza, ieri presente con diversi esponenti quali il presidente del consiglio comunale, Fausto Vecchio; i presidenti di commissioni consiliari, Pierluigi Merola ed Emilio Masala; l’assessore Lazzaro Lenza; la consigliera comunale Filomena Rosamilia. «Questo ulteriore atto – ha sottolineato il consigliere delegato alle politiche giovanili, Carmine Busillo – ci consente un rapporto ancora più diretto con i giovani ed i soggetti operatori nel mondo del lavoro. Eboli è un riferimento territoriale per le politiche del lavoro giovanile, ma questo è per noi soprattutto uno stimolo in più per guardare al futuro». L’iniziativa, sostenuta dalla Giunta comunale in rete con gli organismi di settore, era stata proposta dall’assessore alle attività produttive, Maria Sueva Manzione: «Abbiamo voluto introdurre un ulteriore tassello nelle politiche di sostegno al lavoro dei giovani. E’ un’iniziativa che coniuga mondo del lavoro e sviluppo economico, la strada per rendere strutturale un intervento in questo campo». Il microcredito, illustrato dal vice presidente nazionale dell’Ente per il microcredito, Giovanni Nicola Pes, è un finanziamento assistito dal fondo per le PMI: non necessità di garanzie reali, le banche sono garantite dallo Stato in caso di mancata restituzione. Vi possono accedere lavoratori autonomi titolari di partita IVA, 
imprese individuali, società di persone, società tra professionisti, s.r.l. semplificate e cooperative. Il fondo SELFIEmployment, illustrato da Erminia Mazzoni, finanzia con prestiti a tasso zero l’avvio di piccole iniziative imprenditoriali, promosse da giovani tra i 18 e 29 anni, che rientrino nella categoria NEET, cioè senza un lavoro, non impegnati in percorsi di studio o di formazione professionale e che siano iscritti al programma Garanzia Giovani. L’iniziativa è stata immediatamente colta dall’Amministrazione comunale per i giovani, attivando da ieri lo sportello e delegando risorse comunali di personale.

LASCIA UN COMMENTO