Dalla Via del Grano alle Vie del Mondo, festival internazionale della chitarra dall'8 al 10 luglio alla chiesa di San Lorenzo ad Eboli.

0
69

CONCORSO CHITARRASi svolgerà dall’8 al 10 luglio, nella chiesa di San Lorenzo, il 5° Festival Internazionale della chitarra “Dalla Via del Grano alle Vie del Mondo”, organizzato dalle Associazioni EboliMusica e La Via del Grano, in collaborazione con Comune di Eboli, Strumenti Musicali De Luca, Associazione “SitiArte” e con il supporto di Fondazione Villa Betania, Azienda agricola Punzi, Weboli, Liceo Musicale “Perito-Levi-Daniele” di Eboli. La Via del Grano è un’antica via settecentesca che collegava la capitale del Regno di Napoli alla Puglia; essa era crocevia di culture, patria di alcuni tra i più eminenti compositori (M. Giuliani, G. Da Venosa, G. Paisiello, D. Scarlatti, F. Carulli).

Il Festival, che si terrà nella Chiesa di San Lorenzo, con la direzione artistica del Maestro Giuseppe Del Plato e la preziosa consulenza storica di Damiano Faccenda, nelle edizioni passate ha avuto numerosi Testimonial d’eccezione: il M° Maximo Diego Pujol, Laurent Boutros, Claude Bolling e molti altri. L’evento prevede nei giorni 8 e 9 luglio, sia al mattino che nel pomeriggio, il Concorso Internazionale di Chitarra “I musici di San Lorenzo”; di sera, i consueti concerti nella Sala di San Lorenzo. La giuria sarà costituita da musicisti come Francisco e Josè Manuèl Cuenca, Dorina Frati, Piera Dadomo, Juan Lorenzo, Luciano Lombardi, Francesco Ardizio e Pasquale Vitale (vincitore dell’edizione precedente del concorso).

Venerdì 8 luglio, alle ore 20,30, è in programma il concerto di Dorina Frati e Piera Dadomo; a seguire il duo Mozzillo-Trinchillo e Francesco Ardizio. Le esibizioni riprendono sabato 9 luglio, alle 20,30, con il concerto di Pasquale Vitale (vincitore assoluto della passata edizione), l’assegnazione del primo premio assoluto del concorso di chitarra, l’omaggio di Antonio Saturno al M° Raimondo Di Sandro, il chitarrista Luciano Lombardi.

Domenica 10 luglio la serata sarà dedicata alla Spagna colta e popolare, con il chitarrista di flamenco Juan Lorenzo e il duo di chitarra e pianoforte Francisco y Josè Manuel Cuenca; la serata si concluderà nello storico giardino Vacca-de Dominicis, con la festa popolare dei “Tammorrasìa ed i Briganti dell’Ermice”. Quest’ anno i Premi “Dalla Via del Grano alle Vie del Mondo” verranno assegnati al Duo Dorina Frati-Piera Dadomo, al sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri, al giornalista del quotidiano La Repubblica, Eduardo Scotti, ai Maestri Juan Lorenzo, Francisco e Josè Manuel Cuenca. Ogni artista è stato scelto per rappresentare le Antiche Vie giubilari come Via Francigena, Via del Cammino di Santiago di Compostela ed altre. I premi consistono in delle opere appositamente create dal Maestro ebolitano Pasquale Ciao, già presente in personali in Italia ed all’estero.

«Eboli conferma la sua vocazione culturale anche in un segmento significativo qual è la cosiddetta “musica colta” – ha commentato il sindaco di Eboli, Massimo Cariello -. Vedo crescere anno dopo anno l’interesse intorno a questo manifestazione, sono certo che le capacità organizzative e la competenza musicale del Maestro Giuseppe Del Plato regaleranno a questa manifestazione ed alla città di Eboli un interesse sempre maggiore per questo appuntamento». Nei giorni 8 e 9 luglio, presso il Liceo Musicale “Perito – Levi – Daniele” di Eboli, sarà attivata anche una mostra di strumenti a corda dei liutai Roberto Sansone, Anema e corde e Domenico Iaccarino.

LASCIA UN COMMENTO