Coesione, Sviluppo e Integrazione: c’è la rete territoriale Campana.

0
359

E’ denominato COE S.I. il progetto redatto dalla rete costituita da strutture pubbliche e private candidata all’accesso ai fondi previsti dal bando “Sostegno a misure di informazione relative alle politiche di coesione dell’Unione Europea”.

L’obiettivo del progetto è definire il livello di  “conoscenza e utilizzo delle politiche di coesione da parte delle strutture pubbliche e private che insistono nelle  aree interne”,  l’impatto dei progetti sulla vita economica e sociale dei cittadini, dei giovani,  delle imprese e degli enti.

Diffondere informazioni utili e sostenere il dialogo teso a evidenziare la definizione delle priorità per il futuro delle nuove politiche di coesione attraverso azioni tese a migliorare la qualità della spesa dei fondi dell’Unione Europea è l’altra priorità stabilita dalle azioni del progetto COE S.I.

A capeggiare la rete dei partner è QUANTA SpA agenzia per il lavoro, multinazionale italiana specializzata nei servizi dedicati alla collocazione lavorativa delle risorse umane, con 20 anni di storia al servizio dell’occupazione e dello sviluppo innovativo,  strutturata in divisioni tematiche quali Aerospace, Aviation & Defence; Energy, Utilities & Infrastructures; ICT; Shipbuilding, ecc..

Hanno aderito alle rete altre strutture impegnate in materia di progettazione e sviluppo di programmi e progetti a valere su bandi regionali, nazionali e comunitari tesi all’utilizzo dei fondi delle politiche di coesione: l’ente di formazione professionale accreditata dalla Regione Campania Socrates  Soc. Coop., l’agenzia di comunicazione MTN Company srl e la QS & Partners di V. Quagliano & C. SNC struttura con esperienza trentennale in materia di progettazione di sviluppo economico e sociale.

Alla  rete COE.S.I.  hanno aderito i Comuni di Teggiano, Auletta, Sala Consilina, Buonabitacolo, Ascea, Montecorvino Rovella e Giffoni Sei Casali che, interessati alle azioni di audit in materia di utilizzo dei fondi U.E., ai workshop e all’individuazione di buone pratiche, intendono dare  un contributo concreto per migliorare l’attività di diffusione, progettazione e gestione dei fondi di coesione dell’Unione Europea.

Un’iniziata innovativa e diretta alla esigenze delle istituzioni locali, coordinata da Maria Volpe, giovane amministratrice dei picentini e da Cono Morello ideatore dell’Ufficio Europa Teggiano impegnati sulle tematiche della progettazione comunitaria e sul corretto utilizzo dei fondi dell’Unione Europea nelle aree interne.

LASCIA UN COMMENTO