Atrani, trail e Grand Tour, il racconto di una domenica da ricordare.

0
70

Una domenica che ha visto Atrani protagonista, quella appena passata, palcoscenico di due eventi di rilievo che hanno fatto convogliare nel piccolo centro costiero centinaia di persone, tra impegnativi percorsi sportivi e itinerari artistico-culturali.

L’intensa giornata è iniziata molto presto, alle 5 del mattino, con la partenza della 70 km dell’Amalfi Coast Ultra Trail, evento sportivo che ha visto gli atleti iscritti partire dal mare per poi percorrere i sentieri montani di ben otto comuni fino a Cava de’ Tirreni e ritorno nella piazzetta del paese; la gara è stata dominata dal fortissimo
Fulvio Dapit, che ha staccato gli atleti costieri Ruocco, Fusco, Errichiello e Mansi, comunque protagonisti di una performance di altissimo livello agonistico.

A seguire lo start della 33 e della 17 km, gara denominata  “Trail della Valle del Dragone”, in cui ancora una volta
si sono distinti gli atleti locali.

L’iniziativa, di carattere sportivo, ha avuto il merito di mettere in evidenza i panorami mozzafiato e gli antichi sentieri montani che caratterizzano la peculiare conformazione territoriale della Costa, riuscendo, grazie
all’impegno degli organizzatori, ASD Aequa Trail Running, Provincia e Comuni interessati, ad unire percorso agonistico e itinerario naturalistico e culturale.

Grande eco culturale ha avuto la tappa costiera di “Viaggio in Campania – Sulle orme del Grand Tour”, manifestazione itinerante nata per ripercorrere tappe e percorsi dei viaggiatori del Settecento, immergersi nella bellezza artistica e paesaggistica, assaggiare le eccellenze enogastronomiche della Campania.

I moderni viaggiatori, in tutto un centinaio di persone, dopo essere partiti da Villa Cimbrone a Ravello sono stati accolti dalla suggestione inconfondibile di Atrani e da un piccolo rinfresco, quanto mai gradito vista la caldissima giornata, organizzato dagli abitanti; accompagnati da quattro giovani guide atranesi, Alessandro Di Bendetto, Colette Manciero, Antonella Mansi e Valentina Caputo, che hanno messo a disposizione le loro conoscenze, anche linguistiche, i visitatori hanno potuto apprezzare l’architettura e la storia della Collegiata di S. Maria Maddalena e della chiesa di S. Salvatore de’ Birecto, ammirandone i tesori che queste custodiscono al proprio interno.

La passeggiata è poi proseguita attraverso gli slarghi, i vicoli, gli archi, le caratteristiche scalinate che sono il tratto distintivo del borgo, prima di proseguire verso Amalfi ed il suo Duomo.

Grande soddisfazione è stata espressa dal Sindaco di Atrani, Luciano de Rosa Laderchi, assieme agli Assessori allo Sport e alla Cultura, Stanislao Balzamo e Michele Siravo, impegnati a sostenere e coordinare gli sforzi degli organizzatori, dopo una domenica particolare ed impegnativa per il paese anche sotto l’aspetto dell’ordine pubblico; a nome dell’intera Amministrazione cittadina ringraziano quanti hanno lavorato per la riuscita dei due importanti eventi, cittadini compresi, augurandosi di poter ospitare anche in futuro manifestazioni di così significativo spessore e richiamo per l’immagine del paese.

LASCIA UN COMMENTO