Amalfi, firmato contratto di appalto per lavori ristrutturazione del depuratore.

0
111

 

Altro importante passo avanti per la realizzazione dei lavori di ristrutturazione e completamento dell’impianto di deputazione di Amalfi.

È stato siglato ieri pomeriggio il contratto di appalto che porterà a breve alla progettazione esecutiva necessaria alla consegna dei lavori che avverrà tra ottobre e dicembre. Il rogito, prodotto dalla segretaria comunale, dott.ssa Ilaria Cirillo, è stato siglato tra il responsabile del settore lavori pubblici del Comune di Amalfi, l’ing. Pietro Fico, e l’amministratore delegato della Veolia Water Tecnologies Italia, ing.Giuseppe Nocito, nella qualità di legale rappresentante dell’azienda capogruppo e mandataria del raggruppamento temporaneo di imprese costituito insieme con la Idrosud Costruzioni e aggiudicatario dell’appalto.

La firma del contratto di appalto giunge a distanza di alcuni giorni dalla trasmissione presso gli uffici comunali del decreto dirigenziale del responsabile delle Risorse Idriche della Regione Campania col quale è stato assegnato definitivamente l’importo di 6,4 milioni di euro per l’operazione denominata “Ristrutturazione e completamento funzionale dell’impianto di depurazione a servizio del Comune di Amalfi”.

La stipula è avvenuta in seguito all’autorizzazione al rogito rilasciata dall’ingegner Paolo Massarotti nella qualità di custode giudiziario dell’impianto per consentire la successiva esecuzione dei lavori volti tra l’altro ad eliminare la causa di custodia.
Massarotti che ha presenziato alla firma del contratto insieme con il Sindaco Daniele Milano e l’Assessore ai Lavori Pubblici, Matteo Bottone, procederà con un successivo verbale ad autorizzare l’accesso del personale addetto all’area di cantiere appena verrà disposta la consegna dei lavori.
Gli interventi migliorativi previsti dal progetto redatto dal cartello delle imprese aggiudicatarie dell’appalto prevede interventi di ripristino della condotta sottomarina, l’ottimizzazione del sistema di drenaggio urbano e delle stazioni di sollevamento, l’ottimizzazione dell’impianto di depurazione, una serie di interventi migliorativi dell’impianto elettrico, la sistemazione architettonica delle aree esterne all’impianto, la sistemazione e riqualificazione dell’area antistante il complesso depurativo, ben quattro stazioni di sollevamento oltre a interventi naturalistici sul costone e lungo il vallone Cieco e un impianto di monitoraggio dell’area

Con la firma del contratto dei lavori di completamento del ‎depuratore di ‎Amalfi, oltre a sancire un altro momento storico per la città – fanno sapere dall’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Milano – abbiamo compiuto un altro importante passo avanti nella definizione di un’annosa e ancestrale vicenda”.

 

LASCIA UN COMMENTO