Tramonto dei suoni, orchestra Maiori Music Festival in concerto venerdì 21 al Porto.

0
661

Tramonto dei suoni è il titolo del concerto dell’orchestra dei fiati e percussioni del Maiori Music Festival che si terrà il 21 luglio alle ore 19,30 sulla Terrazza sul mare del porto di Maiori  e che inaugurerà una serie di eventi estivi. L’orchestra maiorese di recente (15 luglio) ha partecipato alla IX Edizione della Rassegna Pausilypon – Suggestioni all’Imbrunire, tenutasi presso il Parco archeologico e ambientale del Pausilypon a Napoli.

Con i “I suoni del mare” la band maiorese, diretta dal M° Alexandre Cerdà Belda, si è esibita alternandosi con l’Orchestra del Pausilypon, diretta dal M° Francesco Capriello, in una sorta di gemellaggio a cui ha assistito il sindaco di Napoli Luigi De Magistris. La formazione, nata meno di un anno fa in occasione della I edizione del Maiori Music festival, è composta da circa 30 elementi provenienti dalla Costa d’Amalfi e dall’ambito regionale, (Flauti:Gloria Falcone, Michela Milano, Damiana Cinque; Clarinetti: Nicola Fusco, Salvatore Dell’Isola, Marta Imparato, Paolo D’Amato, Francesco Leo Bosco, Riccardo Marrone, Aldo Buonocore, Michele Caranese, Dario Ferrigno, Mariagrazia Proto; Sax: Deborah Batà, Angelo Cuozzo, Valeria Di Gaeta, Andrea Ercolino; Corni: Luca Carrano, Marzia Naclerio, Alessandro Vuolo, Vincenzo Di Lieto; Trombe: Manuel Ferrigno, Lorenzo Petrosino, Edoardo D’Amato; Tromboni: Fausto Torsiello, Gennaro Milano; Tuba: Gianluca Colasanti, Giorgio Fraulo; Percussioni: Marco Apicella). Il repertorio del concerto prevede: A discovery Fantasy (De Haan); Cantus (Semeraro), solista il cornista Luca Carrano; West Side Story (Bernstein); Ballade (Reed), solista il sassofonista Angelo Cuozzo; Simphony (D’Amato); The blues factory (De Haan); Honky Tonk Ragtime (De Meij). La direzione orchestrale è affidata a Alexandre Cerdà Belda, docente del Conservatorio G. Martucci di Salerno. L’orchestra di fiati e percussioni del Maiori Music Festival nasce dalla volontà di creare una realtà stabile e un punto di riferimento per tanti giovani musicisti. L’obiettivo generale  è la promozione e la realizzazione di un percorso come momento di crescita e sperimentazione,  e la creazione di uno spazio culturale finalizzato a promuovere la pratica musicale e orchestrale attraverso l’ascolto e la comprensione della musica. Tra i prossimi appuntamenti del Maiori Music Festival è previsto un concerto il 24 luglio nella chiesa di S. Giacomo a Maiori, ma l’evento più atteso dai giovani musicisti sarà il gemellaggio con il Festival de Musica de Aguillent, che vedrà la giovane formazione a Valencia (Spagna) dal 25 al 28 luglio prossimi per una serie di impegni che culmineranno in un concerto nell’Auditorium di Aguillent (27 luglio). L’unione del Maiori Music Festival e del Festival de Musica d’Agullent permetterà a tanti giovani musicisti di incrementare il proprio bagaglio esperienziale offrendo ai partecipanti un’occasione di arricchimento sotto il profilo socio-culturale, linguistico e musicale.. I ragazzi dell’orchestra del Maiori Music Festival, durante la quindicesima edizione del festival spagnolo, avranno  modo di approfondire le loro conoscenze musicali partecipando ai corsi del Festival d’Agullent con docenti delle orchestre e dei conservatori spagnoli. L’orchestra spagnola sarà ospite a Maiori a settembre nell’ambito della II edizione del Maiori Music Festival.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here