Pontecagnano, bando per Pacco Alimentare.

0
824

Indetto l’avviso per la partecipazione al bando pubblico “Condividere i bisogni per condividere il senso della vita”, annualità 2019.

Fruitori del servizio, che garantirà la distribuzione mensile di pacchi alimentari contenenti generi di prima necessità a favore di nuclei familiari in particolari condizioni di disagio, saranno 200 famiglie.

Requisiti per l’accesso alla graduatoria sono: l’aver ottenuto la residenza nel Comune di Pontecagnano Faiano da almeno 12 mesi; la presentazione di un reddito ISEE inferiore o pari ad Euro 6.597,00; la mancata ricezione di analoghi sussidi da Enti religiosi e/o Associazioni del territorio.

Gli interessati potranno presentare regolare istanza compilando la domanda scaricabile anche dal sito www.comune.pontecagnanofaiano.sa.it, corredata dalla seguente documentazione: copia del documento di identità, attestazione ISEE, eventuale dichiarazione sostitutiva di certificazione, eventuale verbale di invalidità, carta di soggiorno per i cittadini extracomunitari.

Le richieste dovranno essere consegnate a mano, in busta chiusa, all’Ufficio Protocollo dell’Ente ed indirizzate all’Ufficio Servizi Sociali, con la espressa dicitura: “contiene documentazione per Progetto Condividere i bisogni per condividere il senso della Vita”. La scadenza prevista è entro le ore 12,00 del trentesimo giorno decorrente dalla data di pubblicazione del bando.

Il pacco alimentare è un’iniziativa importante, che porta un benchè minimo sollievo alle famiglie in condizioni di disagio e dà loro riprova della vicinanza delle Istituzioni.  Esso testimonia, altresì, il nostro impegno a compiere i nostri doveri in maniera trasparente, dando la possibilità a tutti gli aventi diritto, senza distinzioni di razza, religione o peggio ancora credo politico, di recepire il necessario sostegno nei momenti di difficoltà ”, ha dichiarato l’Assessore alle Politiche Sociali Paola Manzo.

“Trasparenza ed equità sono i criteri fondamentali attraverso cui saranno erogati i pacchi alimentari: non più uno strumento per raccogliere consensi elettorali, ma un supporto concreto per coloro i quali ne abbiano effettivamente bisogno in una fase temporanea o più lunga della loro esistenza. Ringrazio chi contribuisce a rendere possibile questo tipo di progetto e mi impegno a trovare nuove possibili soluzioni per il contrasto alla povertà, drammatica piaga della nostra società”, ha aggiunto il Sindaco Giuseppe Lanzara.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here