Inaugurata sede Agenzia delle Entrate ad Eboli.

0
647

Alle 13 di questa mattina la cerimonia di inaugurazione della nuova sede dell’Agenzia delle Entrate, nel rione Pescara. Un momento importante non solo per Eboli, ma anche per la stessa amministrazione finanziaria che ha voluto affiancare l’Amministrazione comunale di Eboli con i massimi responsabili regionali, provinciali e zonali dell’ufficio. Il taglio del nastro è stato effettuato congiuntamente dal sindaco di Eboli, Massimo Cariello, e dal direttore regionale di Agenzia delle Entrate, Cinzia Romagnolo.

Con loro erano presenti anche il direttore provinciale, Emilio Vastarella, e Marco Chiei Gamacchio, direttore dell’Ufficio di Eboli. Nutrita anche la presenza di consiglieri comunali ed assessori di Eboli. Dopo l’ufficio del Giudice di Pace, è il secondo fondamentale servizio che l’Amministrazione riesce a garantire alla città ed al territorio, mettendo a disposizione proprie strutture adeguate al meglio.

«Una bellissima sede – ha detto il direttore regionale, Cincia Romagnolo – che consentirà di lavorare al meglio e per la quale ringrazio l’Amministrazione comunale di Eboli, che ha fatto il massimo per questo ufficio, garantendo locali e spazi per i parcheggi». Non solo Eboli conserva due straordinari riferimenti come Giudice di Pace ed Agenzia delle Entrate, ma garantisce introiti anche alle casse comunali. «Non è solo l’inaugurazione della nuova sede – ha commentato il sindaco, Massimo Cariello -, ma anche una grande opportunità per la città e per gli ebolitani. Con la sistemazione dell’Ufficio del Giudice di Pace risparmieremo 122mila euro all’anno di locazioni; nel caso dell’Agenzia delle Entrate, introiteremo 91mila euro per l’affitto, sostenendo le casse comunali. In più, interveniamo concretamente nella riqualificazione del quartiere, un’area per la quale ci sono già in programma ulteriori interventi. Dovrei ringraziare tanti, dagli uffici alle forze dell’ordine, dai funzionari dell’Ufficio di Eboli al vicesindaco Di Benedetto che è riuscito ad accorciare i tempi e consentirci di regalare alla città un nuovo riferimento».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here