Gusta Minori accussì natalea, il menu della kermesse.

0
310
Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

“Quest’anno il popolo del Gusta Minori, il 29 – 30 e 31 Agosto, si siederà al tavolo della vigilia di Natale, il grande cenone che si consuma in famiglia nell’attesa di riversarsi per le strade per partecipare alle sacre funzioni della Nascita del Redentore. Con il Gusta Minori i prossimi 29, 30 e 31 agosto tornano “le vie del palato”, l’itinerario gastronomico che mette in tavola le prelibatezze del territorio di Minori”. Lo ha annunciato Antonio Porpora, Direttore di Produzione della XXIII esima edizione del Gusta Minori, l’evento per eccellenza che da più di 20 anni si svolge con successo in Costiera Amalfitana. Quest’anno, dal 29 al 31 Agosto, la nota cittadina della Costiera sarà città del Natale dando l’opportunità ai turisti balneari di vivere l’atmosfera natalizia, conoscere le pietanze ed i costumi tipici del Natale in Costiera.

 

“Lungo le Vie del palato e nei ristoranti – ha continuato Porpora – sarà possibile gustare ad esempio la Pizza fritta, la Caponata, gli ‘Ndunderi, piatto tipico della tradizione pastaia minorese. Da non dimenticare che Minori è conosciuta nel mondo anche per la lavorazione della pasta artigianale. Ma ancora sarà possibile gustare la pasta e fagioli, pietanza tipica del Natale a Minori, il Calamaretto, la Polpetta al pomodoro, la Scarola Natalina, il Sorbetto al Limone con assaggio di Cicerenella, gli immancabili struffoli accompagnati dal Limoncello e le meravigliose Melenzane con il cioccolato. Attenzione perché il 29 Agosto a Gusta Minori avremo la Zeppola Natalizia ed il vino tipico della tradizione minorese.  La stampa potrà assistere alla lavorazione della pasta, del limoncello grazie a specifici tour che faremo durante la tre giorni del Gusta Minori. I menu della XXIII esima edizione sono stati coordinati da Luigi Di Ruocco, Presidente dell’Associazione Cuochi Salernitani che ha inoltre concesso il patrocinio. Attese migliaia di persone. Un grande evento che offre l’opportunità di far conoscere al mondo le tradizioni della Costiera destagionalizzata e che ha avuto tra gli ideatori Carlo Mansi, ai tempi in cui la stessa era organizzata dall’associazione commercianti, e che oggi ha assunto l’incarico di capofila delle attività. Siamo dinanzi ad un lavoro di coordinamento enorme che vede insieme: l’Associazione Gusta Minori corporation, il Comune di Minori e le attività commerciali di Minori. Sebbene nella necessaria autonomia che si è deciso di attribuire alle attività commerciali, l’Associazione ha fornito un vitale supporto affinché si riacquistasse una pari dignità tra le vie dell’arte e del palato”.

 

Dalla archeologia con la Villa Romana, al Sentiero dei Limoni. A Minori la lavorazione della pasta artigianale.

 

“La stampa che verrà a Gusta Minori – ha dichiarato, Antonio Porpora, Direttore di Produzione dell’evento – avrà la grande opportunità di visitare, filmare e vedere la Villa Romana del I. Secolo d. C.  con esperti e storici del luogo ma anche di immergersi in un Sentiero meraviglioso per profumi e colori: il Sentiero dei Limoni. Un tempo i borghi della Costiera Amalfitana erano collegati da piccoli sentieri di montagna e mulattiere. Si tratta delle prime vie di comunicazione avute in Costiera. Una di queste è il Sentiero dei Limoni da Maiori a Minori e viceversa, passando per il pittoresco villaggio di Torre, con la chiesa di San Michele Arcangelo risalente al X secolo. Lussureggianti terrazzamenti di limoni, come non citare il limone “Costa d’Amalfi IGP”, sono protagonisti di questo sentiero davvero unico al mondo e che è possibile ammirare solo venendo in Costiera.  Lunghe scalinate si fanno spazio tra casette bianche, limoneti e freschi cortili.  Dal belvedere della “mortella” (termine dialettale della pianta di mirto) si domina tutto il paese di Minori con l’imponente Basilica di Santa Trofimena ed il suo campanile, la spiaggia, Torre Paradiso, Ravello, le montagne di Scala ed Agerola e, più in lontananza, Amalfi ed Atrani.  Minori è la Città del Gusto, la patria della pasta artigianale della quale vedremo la lavorazione dal vivo!”.

 

Un grande evento organizzato dall’Associazione Gusta Minori Corporation in collaborazione con Scabec e Comune di Minori.

 

“Il fatto di aver riportato la gastronomia del Gusta Minori nelle cucine degli esercizi commerciali della città è un sicuro suggello della riuscita dell’iniziativa- ha affermato Luigi Di Ruocco, Presidente dell’Associazione Cuochi Salernitani – dell’alta qualità dei prodotti che saranno serviti. È grazie al loro lavoro che Minori si è conquistata l’attributo di Città del Gusto. Come pure non si può negare l’altissima professionalità dimostrata dall’Associazione Gusta Minori corporation o in questi 23 anni trasformando la primordiale sagra di paese in un evento di richiamo nazionale ed internazionale in grado di coniugare arte, spettacolo e gastronomia. In questo momento un pensiero grato e riconoscente va al compianto Ezio Falcone che negli anni ha saputo elevare la ristorazione del Gusta Minori a punte di eccellenze”.

 

Ecco il menù:

 

Sarracino             Pizza Fritta

Pane amore e fantasia   Caponata

La Botte              ‘Ndunderi

Libeccio               Pasta e fagioli

A Ricetta             Calamaretto

Cotto e Mandara             Polpetta al pomodoro con fetta di pane

Birilla Scarola Natalina

Bar52    Bicchiere di Falanghina o Solopaca Rosso + Bottiglia di Acqua

Bar Mansi           Zeppola Natalizia

Caffè Umberto Sorbetto al Limone

con assaggio di Cicerenella

Pasticceria Gambardella               Struffoli con assaggio di Limoncello

De Riso Alessandro         Melenzane con cioccolato

LASCIA UN COMMENTO