Eboli celebra i Santi Medici Cosma e Damiano da giovedì 26.

0
271

E’ l’evento religioso di maggiore richiamo, con il supporto rispettoso di eventi laici e promozione culturale e del territorio assicurati dal Comune e da partner cittadini. Le celebrazioni in onore dei Santi Medici Cosma e Damiano si apriranno giovedì 26 settembre, con la messa in suffragio per i defunti che concorsero alla costruzione del Santuario o ne curarono il decoro e la devozione, come annunciato questa mattina durante una conferenza stampa in Municipio.

«Un appuntamento che richiama devoti a migliaia e che scandisce la storia della città e del territorio – ha detto il sindaco, Massimo Cariello, a nome dell’Amministrazione comunale rappresentata anche dalla capogruppo Filomena Rosamilia -. L’evento complessivamente si arricchisce, mantenendo la centralità dell’atmosfera religiosa e del sentimento di devozione. Quest’anno introduciamo un’importante azione di valorizzazione delle nostre aree archeologiche, grazie alla collaborazione di organismi ed esperti ebolitani. Attenzione anche ai giovani, con l’appuntamento con arte, musica e cultura in Via delle Arti nella notte tra giovedì e venerdì. Sul piano della sicurezza e dei servizi, abbiamo approntato i bagni chimici nel centro della città, anche per persone don disabilità, e l’impiego di Croce Rossa, Guardie Ambientali, ausiliari del traffico, Protezione Civile, associazione Polizia di Stato e Polizia Municipale». Forte quest’anno la presenza di cultura, storia e promozione del territorio.

«Casa Cultura – Antiche Fornaci – ha spiegato Michele Biondi, in rappresentanza dell’organismo insieme con salvatore Marisei – rappresenta un organismo che in questa occasione ospita eventi con l’obiettivo di veicolare cultura insieme con le migliori risorse del territorio. Un’impresa sociale a disposizione del territorio, anche con settori per la didattica scolastica. Un luogo fisico e metafisico, nel quale si inseriscono progetti do valorizzazione a cui lavoriamo insieme con una specialista del settore, Maria D’Andrea». Giovedì 26 settembre, dopo la Santa Messa alle ore 19 in suffragio per i defunti che concorsero alla costruzione del Santuario o ne curarono il decoro e la devozione, alle ore 20 Fornaci sotto le stelle IV edizione, con il concerto “Bandeamì cantano De André”, presso Antiche Fornaci – Casa Cultura. Le Fornaci Romane rimarranno visitabili gratuitamente fino alle ore 22. Dalle ore 21 “A Nuttata in Via delle Arti”, con mostre, performances artistiche e musicali in Corso Garibaldi, pedonale fino alle ore 24. Venerdì 27 settembre, dalle ore 23 alle 3 veglia di preghiera. Sante Messe programmate alle ore 3 – 4 – 5.30 – 7 – 8.30 Sante Messe. Alle 10 Santa Messa celebrata da S.E. Rev.ma Mons. Pasquale Cascio, Arcivescovo di Sant’Angelo dei Lombardi, Conza, Nusco, Bisaccia. Alle ore 11 Processione cittadina dei SS. Cosma e Damiano; ore 17 – 18.30  e 20 Sante Messe. Ore 24 chiusura del Santuario.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here