Eboli, al via lavori riqualificazione rione Paterno.

0
504

Programma di messa in sicurezza del rione Paterno pronto a partire. Entro fine gennaio l’inizio dei lavori, nell’ambito di una più ampia opera di manutenzione che riguarderà quartieri ed aree periferiche. Un programma sul quale l’Amministrazione comunale ha riservato importanti risorse, per garantire decoro, vivibilità e sicurezza ai quartieri della città.

«Mettiamo mano ancora una volta ai quartieri – spiega il sindaco, Massimo Cariello -, consapevoli che i rioni siano parte essenziale del tessuto urbano della città e che i residenti chiedano interventi per la messa in sicurezza e per la vivibilità complessiva, in modo da assicurare tranquillità alle famiglie. Una tranquillità che decliniamo sia nell’azione di messa in sicurezza, sia garantendo una nuova e dignitosa sede alla Polizia Locale, i cui agenti svolgono un compito essenziale di presidio del territorio ed in tanti altri servizi». Interventi di manutenzione ed adeguamento per il rione Paterno e per la nuova sede della Polizia Locale impegnano quasi 200.000 euro di risorse per il completamento dei lavori. «La manutenzione generale per il rione Paterno, che partirà entro la fine di gennaio – ricorda l’assessore comunale alla manutenzione, Ennio Ginetti – ci impegna per oltre 80 mila euro, in un intervento di messa in sicurezza complessiva per questo importante quartiere della città. I lavori di manutenzione ed adeguamento per la nuova sede della Polizia Locale, invece, che sarà ospitata presso la struttura dell’ex Tribunale, oggi sede dell’Ufficio del Giudice di Pace, ci impegneranno per quasi 100.000 euro, necessari per dare sede dignitosa ai vigili urbani e costituire un riferimento di legalità con Polizia Locale e Giudice di Pace. Mettiamo in campo una stretta sinergia tra assessorati alla manutenzione ed ai lavori pubblici, in piena collaborazione con gli uffici comunali preposti e realizzando l’ampia programmazione che l’amministrazione Cariello ha voluto per far crescere il territorio in termini di sicurezza e vivibilità».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here