Mercato immobiliare a Salerno, le quotazioni di Metroquadro.

0
1240

Il mercato immobiliare della città di Salerno risulta nell’anno 2018 in linea con il resto d’Italia. La città con la provincia più estesa del Paese ha dovuto limare ulteriormente i prezzi, ancora una volta verso il basso.

Questi i dati emersi dalla pubblicazione “Quotazione Metroquadro di Salerno e Provincia” a cura della casa editrice Mediapass di Gianfranco Passarelli, Pietro Ciavola e Alessandro Passarelli. Il volume è stato presentato nella sala del Gonfalone del Comune di Salerno alla presenza degli amministratori locali, dei massimi esponenti delle federazioni di agenti immobiliari Fimaa e Fiaip e di numerosi addetti ai lavori.

Un dato, quello rilevato da “Quotazioni Metroquadro”, inversamente proporzionale a quello delle compravendite che invece continua a tendere verso l’alto. In molte zone i prezzi sono gli stessi di dodici mesi fa. Si riducono anche i tempi per la conclusione degli affari, presa coscienza del valore dell’immobile e avendo accesso a credito e mutui occorrono in media poco più di quattro mesi per chiudere la trattativa. Quest’ultimo dato è fra i migliori registrati nella Nazione. Ad influire positivamente la presa di coscienza dei prezzi e l’accorciarsi dei tempi di erogazione dei mutui.

La zona a ridosso dello stadio Arechi ha fatto registrare attenzione nel corso dell’ultimo anno. Per comprare un’abitazione signorile in via Generale Salvador Allende occorrono in media 3.000 euro al metro quadrato. Le locazioni invece si assestano intorno ai dieci euro.  Interessanti anche i prezzi di via Fangarelli. Le abitazioni civili valgono 2.500 euro al mq (6,5 per la locazione). In via degli Uffici Finanziari invece si parla di 2.000 euro (5) prezzo allineato con quello di ville e villini. Il mercato del nuovo ha chiaramente una quotazione a parte. Anche gli uffici si assestano sui 2.000 (6).

Prezzi più alti. Il confronto con gli anni precedenti parte come sempre dal mare. Qui il termometro dei prezzi fa registrare calma piatta. Lungomare Trieste fermo a quota 4.800 al metro quadrato (due anni fa ci volevano 5.500) lievemente in rialzo le locazioni che registrano 8,3 euro al metro quadrato contro gli 8 dell’anno scorso. Invariati gli altri prezzi. Negozi 4.000 (20), Uffici 4.200 (10).

Le abitazioni civili del Lungomare Clemente Tafuri hanno una valutazione di 4.500 euro al metro quadrato, mentre la locazione si chiude a 8,30 al mq. I negozi hanno una quotazione pari a 4.800 (20) così come gli uffici (10).

Uno sguardo a Piazza della Concordia. Le abitazioni civili passano di mano con una quotazione che si assesta intorno ai 4.500 euro al metro quadrato, ci vogliono invece 8,5 euro al metro quadrato per fittare. I negozi hanno una buona valutazione ovvero 5.500 mentre i fitti sono a 50 euro.

Le zone collinari. Poco mossa anche la zona alta della città. Via delle Acacie è fra le strade che fanno registrare prezzi abbordabili. Abitazioni in buono stato valutate 2.800 euro al mq. Particolarmente ambite le locazioni, un appartamentino di 60mq si fitta a soli 420 euro. Mentre per una villetta bastano 3.100 euro al mq (8). Uno sguardo anche a via Casa Manzo. I prezzi calano di gran lunga. Abitazioni a 2.100 ville e villini a 2.400 (7). Mentre in via Panoramica per Giovi si scende ancora 1.900 (6). A buon mercato anche le villette 2.300 (7).

Più bassi. Anche fra le zone che vantano i prezzi più bassi della città è stato rispettato il criterio dell’invariato. Il famoso vicolo Fasanella Pandolfina, monitorato ogni anno come il più economico della città, si registra praticamente lo stesso prezzo dell’anno scorso. Ovvero comprare un’abitazione civile qui costa soltanto 1.200 euro si fitta a 4. Per trovare valutazioni più alte occorre andare al 2016.

Zona Centro. In via Nizza si compra a 2.800 (7) qui si può anche disporre di un comodo box auto alla stessa valutazione di un immobile (12). Aprire un negozio costa 2.700 euro al mq (7). Si sale nel mercato degli uffici. Si sborsano 3.200 euro al mq mentre sono 8 per la locazione.

Qui Porto. A via dell’Indipendenza sono stati sborsati duecentomila euro per un appartamento di cento metri. In fitto si pagano 700 euro. Un negozio è quotato 1.900 euro al mq, 6 per la locazione.

Zona Industriale. Rappresentativa la valutazione di via Giovanni Ferraiolo. Un ufficio si compra con 1000 euro al mq, la locazione vale invece 5 euro. I capannoni hanno un costo di 600 (3). Le valutazioni crescono in via delle Calabrie SS18. Qui ci sono negozi con valori medi 1.200 euro al mq (6). Uffici a 1.300 (7) e Capannoni a 800 (4).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here