Stardust Bowie by Sukita, ultima settimana di eventi.

0
301

Ultima settimana di eventi nel segno di Bowie a Salerno. Tre sono gli appuntamenti dei Racconti del Contemporaneo – IV edizione, Lights on Mars, la rassegna curata dell’associazione Tempi Moderni con il contributo della Regione Campania-Scabec, Fondazione Carisal e di sponsor privati, da segnare in agenda: mercoledì 26 febbraio per la performance di musica e teatro “BO.UI. 72-77”, giovedì 27 febbraio per la proiezione del docu-film “Sukita: The Shoot Must Go on” di Hiromi Aihara introdotta da Peppe D’Antonio, patron di Linea d’Ombra Festival, e venerdì 28 febbraio per il gran finale alla Sala Pasolini “Arigatou Sukita-San”.

Per il finissage della mostra “Stardust Bowie by Sukita”, organizzata dall’associazione culturale Tempi Moderni – con il supporto della Regione Campania e Scabec – e da ONO arte contemporanea, con patrocinio del Comune di Salerno e del Dipartimento degli studi politici e sociali dell’Università di Salerno, sono stati immaginati tre appuntamenti che rimettono al centro la poliedrica figura di Bowie ed il rigore fotografico di Masayoshi Sukita.

 

Mercoledì sera (26 febbraio), alle ore 20, a Palazzo Fruscione ci sarà l’ultimo appuntamento alla “Corte del Duca” con la performance tra musica e teatro “BO.UI 72-77”. Ingresso gratuito con prenotazione su booking@tempimodernieventi.com.

Sette performer e tre musicisti s’incontrano per dare vita a un primo studio sull’esperienza bowiana dei primi anni di fama: un percorso musicale e performativo che racconta, tramite impressioni musicali e biografiche, la nascita di Ziggy Stardust, il rapporto con la prima moglie Angie e l’esperienza con le droghe che ha portato alla nascita del Duca Bianco. Uno spettacolo che non pretende di rivelare l’essenza (sempre sfuggente) di David Jones, ma di restituire l’impatto che Bowie ha avuto su degli occhi “vergini”, cioè quelli di chi ora ha l’età che David aveva allora.

 

Giovedì sera (27 febbraio), alle ore 19.30, a Palazzo Fruscione chiuderà il ciclo di proiezioni il docu-film “Sukita: The Shoot Must Go on” di Hiromi Aihara (2018), in inglese e con i sottotitoli in inglese. Ad introdurre la visione del video sarà Peppe D’Antonio, patron di Linea d’Ombra Festival. Con questo lavoro Hiromi Aihara propone in 115 minuti aneddoti e ricordi su David Bowie che fluiscono dalla viva voce dello stesso Sukita (mentre lo schermo si riempie con decine di foto) e dei suoi più grandi estimatori: da Ryuichi Sakamoto a Jim Jarmush, da Kore-eda Hirokazu fino al chitarrista Hotei, autore del tema di Kill Bill. «La prima volta che ho visto Bowie – sono parole di Sukita – si stava esibendo sul palco assieme a Lou Reed. Era così potente, così diverso da tutti gli altri rocker, così speciale! Ho capito immediatamente che dovevo fotografarlo…». Correva l’anno 1972. L’ingresso è gratuito e su prenotazione su booking@tempimodernieventi.com.

 

Venerdì 28 febbraio, alle ore 20.30, alla Sala Pasolini ci sarà il finissage con una serata giocata sull’intreccio dei linguaggi: dalla narrazione affidata a Carlo Massarini, alle fotografie di Masayoshi Sukita con il commento musicale di musicisti del calibro di Matteo Saggese, Carla Marciano, Alessandro La Corte, Davide Cantarella, Carlo Fimiani ed Aldo Vigorito.

Ingresso gratuito con invito da ritirare a Palazzo Fruscione nei giorni 26 e 27 febbraio dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 17.00 alle 20.00. Fino ad esaurimento posti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here