Traduzione giurata o asseverata: quando serve e a chi richiederla

0
164

La traduzione giurata o asseverata va richiesta a professionisti esperti: ecco quand’è richiesta e qual è la prassi burocratica per ottenerla.

La traduzione giurata o asseverata è un tipo particolare di traduzione, che conferisce a un documento tradotto la stessa valenza legale del testo originale. In alcune nazioni esistono albi professionali che raccolgono i professionisti accreditati dallo Stato per eseguire traduzioni di questo genere ma in Italia non sono (ancora) previsti dalla legge.

Come ci si regola in questi casi? A chi ci si deve rivolgere e quale iter si deve seguire per ottenere la traduzione di un documento italiano da utilizzare all’estero?

Quali documenti serve tradurre?

Una patente di guida, un certificato di nascita, di matrimonio o di morte, il diploma la laurea, il contratto di lavoro e molti altri documenti vengono spesso richiesti da aziende e governi stranieri per consentire a un cittadino di un’altra nazionalità di risiedere, studiare o lavorare in un paese.

Naturalmente i documenti in questione non vanno presentati nella lingua in cui sono stati redatti originariamente, o meglio non solo. A una copia dell’originale va allegata sempre la versione del documento tradotta nella lingua in uso nel Paese in cui il documento dovrà essere accettato, archiviato o utilizzato.

Per fare un esempio pratico, se si possiede un certificato di laurea in Italia e si intende continuare i propri studi in Gran Bretagna, sarà necessario presentare al nuovo istituto sia una copia del proprio documento di laurea sia una sua traduzione in inglese.

In cosa consiste la traduzione giurata o asseverata?

Dal momento che in Italia non esiste un albo ufficiale di traduttori abilitati a eseguire traduzioni giurate, qualsiasi traduttore professionista è autorizzato dalla legge a eseguire la traduzione di un documento italiano nella sua madrelingua, a patto che se ne prenda la responsabilità legale.

Per farlo il traduttore dovrà innanzitutto operare la traduzione del documento, quindi dovrà recarsi in un tribunale cittadino (in qualsiasi città italiana) e consegnare sia una copia del documento originale, sia una copia della sua traduzione insieme a un proprio documento di identità valido. Dopo l’applicazione di vari timbri e un la formalizzazione scritta di un giuramento con il quale il traduttore giura sulla conformità del proprio lavoro al senso del testo originale, la traduzione assume valore legale e può essere utilizzata liberamente in un secondo paese oltre a quello di origine.

C’è da specificare che asseverare un documento richiede l’applicazione di una marca da bollo da 16 euro ogni 100 righe di traduzione. Ne consegue che più lungo è il documento da asseverare più costosa sarà l’operazione.

Le differenze con la traduzione certificata

In alcuni casi non è necessario produrre una traduzione asseverata, ma basta una certificazione di accuratezza della traduzione (CTA) scritta nella lingua di arrivo della traduzione in cui, come per la traduzione giurata, il traduttore che ha realizzato il lavoro se ne assume la totale responsabilità legale anche senza prestare alcun giuramento. C’è da specificare che in Italia una traduzione certificata non ha alcun valore legale e che, per questo, non richiede l’applicazione di alcuna marca da bollo.

A chi richiedere la traduzione di documenti?

Dal momento che, come detto, in Italia non esiste un albo di traduttori abilitati a tradurre documenti legali, ci si dovrà necessariamente affidare a un traduttore o meglio a un’agenzia di traduzione professionale che conosca bene la prassi e che sappia ottimizzare i tempi burocratici per ottenerne l’asseverazione di un documento tradotto. Per fare un esempio, la traduzione giurata con Eurotrad richiederà tempi molto brevi, dal momento che i professionisti di questa storica agenzia di traduzione professionale sanno che conviene rivolgersi sempre a tribunali di piccole città, in grado di smaltire la pratica in tempi estremamente più rapidi rispetto a quelli del tribunale di una metropoli.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here