Regolare la luce in casa: con o senza dimmer?

0
511

La presenza di un dimmer in casa consente di gestire e regolare l’intensità della luce nelle varie stanze in modo semplice e pratico: a seconda dell’attività che si svolge si può attenuare o accentuare la luminosità, anche tenendo conto della luce naturale che proviene da fuori. Per esempio, se si ha la necessità di riposare gli occhi è consigliabile ridurre il flusso luminoso, e lo stesso dicasi per le occasioni in cui si guarda la televisione: in tali circostanze, infatti, non c’è niente di meglio di una temperatura di colore accogliente e calda, sinonimo di luce soffusa. Basta aumentare il flusso luminoso e renderlo più intenso, invece, se si deve leggere o ci si vuole cimentare in un’attività manuale: una impostazione luminosa brillante e chiara assicura il massimo della visibilità.

E senza dimmer?

Va detto, comunque, che l’impostazione luminosa che si desidera può essere scelta, al giorno d’oggi, anche quando non si ha a disposizione un dimmer. Il merito è delle tecnologie più all’avanguardia, e in particolare di Philips SceneSwitch, grazie a cui non c’è bisogno di nient’altro che dell’interruttore da parete che è già presente. Si tratta di una lampadina super efficiente che vanta un microchip integrato, per mezzo del quale l’ultima impostazione luminosa può essere memorizzata in modo automatico.

Come si regola la luce

Basta usare il classico interruttore per modificare l’intensità luminosa: con Philips SceneSwitch non c’è bisogno di alcuna installazione ulteriore. L’importazione luminosa selezionata viene memorizzata ogni volta che l’interruttore resta spento per almeno sei secondi. Quando si usa più di una lampadina e si ha la necessità di ripristinare le impostazioni di partenza, non si deve fare altro che spegnere le lampadine per poi riaccenderle nel giro di un secondo.

Perché scegliere SceneSwitch

Questa soluzione di Philips garantisce un ciclo di vita fino a 40mila ore e si fa apprezzare per la semplicità di installazione, che è del tipo plug and play. Con una sola lampadina è possibile usufruire di tre scenari luminosi differenti, mentre l’impostazione luminosa bassa consente di ottimizzare i consumi di energia e, di conseguenza, assicura un notevole risparmio. La praticità e la flessibilità sono i punti di forza di questa novità tecnologica, che offre l’opportunità di passare dalla luce calda alla luce fredda – e viceversa – tutte le volte che se ne ha voglia. Un’illuminazione dinamica davvero utile e piacevole, anche perché si adatta a qualunque contesto, non solo in casa ma anche nella stanza di un albergo, in un ufficio, in un lounge bar, in un negozio, e così via.

Gli scenari luminosi

Come si è detto, sono tre gli scenari luminosi tra cui è possibile scegliere: quello da 2200 Kelvin e 2 Watt, con il 10 per cento di caldo; quello da 2500 Kelvin e 5 Watt, con il 40 per cento di caldo (molto caldo); quello da 2700 Kelvin e 8 Watt, con il 100 per cento di caldo (extra caldo).

Lampadadiretta e i prodotti Philips

Come tutte le Lampadine LED Philips, anche SceneSwitch può essere comprato direttamente online nell’e-commerce di Lampadadiretta. Navigando in questo shop online si ha la possibilità non solo di trovare tutti i prodotti di cui si è in cerca, ma anche di entrare in contatto con veri specialisti dell’illuminazione a cui chiedere consigli, suggerimenti e consulenze gratuite. Lampadadiretta è attivo in Italia da quasi 10 anni e garantisce un servizio clienti puntuale sia al telefono che tramite posta elettronica. Il catalogo comprende per la maggior parte prodotti Philips, ma anche articoli di altri marchi di pregio nel settore dell’illuminazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here