Il mito Ford: storia e successo del marchio dell’ovale blu

0
495

La nascita della Ford

La casa statunitense, attualmente una delle aziende più grandi esistenti al mondo, venne fondata da Henry Ford l’anno 1898, al tempo dipendente della Detroit Motor Company. Grazie all’ausilio economico di una grossa ditta di legnami della zona appartenente al barone Murphy, Ford decise di lasciare il suo impiego e fondare una fabbrica tutta sua, precisamente la Ford Motor Company di Dearborn.
La prima auto della Ford fu la Model T, un veicolo economico ideato per il popolo; si trattava di un’auto prodotta unicamente nel colore nero e che ebbe il grande pregio di piacere moltissimo al pubblico; ne furono costruiti la bellezza di 15 milioni di esemplari. Successivamente all’anno 1927, quando cessò la produzione della Model T, Henry Ford ebbe un’idea straordinaria; l’imprenditore inventò la Hemp Body Car, un’auto costruita interamente in canapa il cui propulsore funzionava a bioetanolo. Si trattava del primo veicolo ecologico della storia, una vettura che era frutto della passione di Ford per il suo lavoro, oltre che un omaggio alla sua famiglia di agricoltori.

La Ford e la catena di montaggio

L’azienda americana fu la prima nella storia ad adottare il sistema della catena di montaggio, un modo di organizzare il lavoro utilizzato ancora ora, nonostante oramai le macchine automatizzate sostituiscano in molti casi gli operai.
La catena di montaggio si rese fondamentale in quanto Ford comprese l’importanza di ottimizzare e ridurre i tempi di lavorazione, soluzione che permise di velocizzare la produzione e diminuire sensibilmente i tempi di consegna. La Ford fu in tal senso pioniera di ciò che è alla base dell’organizzazione di ogni azienda; la stessa Industria 4.0, nonostante sia improntata sull’uso massivo di macchine robotizzate e controllate dal computer, è una diretta evoluzione della tradizionale catena di montaggio, un metodo che ha soprattutto nell’ordine e nella logica produttiva i suoi principali pregi, importantissimi anche in ottica antinfortunistica.

Le auto Ford nella storia

La grandezza della Ford ha consentito al gruppo di separare i mercati e relative produzioni; infatti, l’azienda ha prodotto veicoli destinati al mercato globale che successivamente dedicò a uno specifico mercato, con il fine di accontentare i desideri di tutte le popolazioni mondiali.
Fra i veicoli più rappresentativi del marchio ricordiamo i seguenti:

Ford Ka; il primo modello fu prodotto intorno all’anno 2000 ed ebbe un grande successo sul territorio europeo. La Ka non piacque invece ai mercati asiatici, così come la Mondeo, che ebbe la stessa sorte in Australia;

Ford Falcon; si tratta di un veicolo quasi sconosciuto in Europa che ebbe invece un grande successo in Australia, dove le auto di grandi dimensioni sono sempre state ricercate, un pò come accade negli Stati Uniti. La Falcon è una grossa berlina, peraltro impiegata con le dovute modifiche nel campionato V8 Supercar, una competizione locale di grande prestigio dove le potenze impiegate superano i 600 cv;

Ford Taunus, Escort e Sierra; questi veicoli hanno davvero spopolato in Europa fra gli anni ’60 e gli anni ’80, auto che hanno avuto un buon successo e che hanno saputo emozionare molti automobilisti, specie nelle versioni Cosworth; quest’ultime erano vetture straordinarie per tecnologia e prestazioni e il loro equilibrio consacrò il marchio americano anche nelle competizioni rallystiche;

Ford Fiesta e Ford Focus; la Fiesta è un’auto dalla storia lunghissima e il primo modello risale addirittura agli anni ’70; si può quindi affermare che la Fiesta abbia una storia che supera oramai i 50 anni. La Focus fu prodotta per la prima volta negli anni ’90 e consiste in un veicolo più grande e spazioso all’interno; attualmente la sua somiglianza con la Fiesta è decisamente più marcata e si può dire che la Fiesta sia una sorta di piccola Focus.
Entrambi i veicoli hanno avuto un successo superiore alle più rosee aspettative e tutt’ora sono molto apprezzati in special modo in Europa;

Ford Kuga e C-Max; questi veicoli accontentano la tendenza attuale e consistono in ciò che rappresenta il Crossover secondo la Ford; si tratta di auto di buona dimensione che ben si comportano sulla maggior parte dei fondi, siano essi asfaltati, sterrati o innevati;

Ford Mustang; questo veicolo meriterebbe un capitolo a parte per la sua fama e il suo modo d’intendere l’automobile. La Mustang è un vero e proprio mito, una vettura potente ed esuberante che è passata dall’essere una Muscle Car americana a un vero bolide da pista; i successi della Mustang nelle competizioni sono tantissimi. Fra le auto usate Ford, la Mustang è il modello che ha maggior valore; alcuni esemplari si possono definire inestimabili per la loro unicità e il loro straordinario fascino.

Il valore delle auto usate Ford

I veicoli Ford hanno da sempre un buon mercato, in quanto l’azienda americana è sempre stata molto abile nel dare al pubblico la convenienza, grazie a un rapporto-qualità prezzo molto valido. Questo significa che un usato Ford con due anni di età può valere anche il 75 % del prezzo presente sul listino del nuovo, una garanzia in più per coloro che amano cambiare spesso auto e vogliono essere certi di realizzare una buona cifra dalla rivendita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here