Gemellaggio Asi Salerno-Zai Verona: boom di partecipanti al meeting del Mediterranea Hotel.

0
95

12042841_847512075364729_6419449750448264771_nSi è svolto questa mattina, presso l’Hotel Mediterranea di Salerno, il meeting finale del Progetto di Gemellaggio tra il Consorzio Asi Salerno e il Consorzio Zai di Verona, intitolato “La logistica nello sviluppo immobiliare dell’Asi Salerno” e patrocinato dall’Agenzia per la Coesione Territoriale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, di cui sono stati protagonisti anche il Politecnico di Milano e Umbria Digitale.

Ad aprire l’incontro, che ha visto la presenza di numerosi professionisti, imprenditori ed esponenti delle istituzioni locali, è stato il presidente del Consorzio Asi Salerno, avv. Gianluigi Cassandra, che ha rivendicato con orgoglio il lavoro svolto in stretta sinergia con i partner del Progetto.

“Oggi mettiamo nero su bianco quelli che sono i risultati di uno scambio di informazioni che il Consorzio Zai di Verona, che è il più grande interporto d’Italia e tra i più importanti d’Europa, ha fornito materialmente al Consorzio Asi di Salerno. Il nostro principale obiettivo – ha spiegato il presidente Cassandra – è quello di istituire poli di logistica che rilancino la nostra economia grazie all’insediamento di nuove attività produttive nella zona sud della provincia e veri e propri retroporti tra il comune di Cava de’ Tirreni e la Valle dell’Irno. Se il Consorzio di Verona è attualmente il Quadrante Europeo del Nord noi vogliamo che Salerno diventi quello del Sud, soprattutto perché la sua posizione geografica è strategica e tutti gli indicatori che la riguardano sono positivi. Inoltre – ha aggiunto – possiamo contare su un aeroporto che c’è ma che spero la politica inizi a far funzionare sul serio e in tempi rapidi; su un porto commerciale collegato con tutto il mondo; su un’arteria stradale, l’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, che nella nostra regione è ben attrezzata per il trasporto su gomma ed infine su una rete ferroviaria che ha due punti nevralgici, ossia la città di Salerno come scalo civile e la stazione di Battipaglia come scalo merci. Con la manifestazione odierna concludiamo, dunque, la parte teorica del Progetto, da domani svilupperemo quella pratica interloquendo con diversi imprenditori che già operano a Verona, i quali verranno presto a visitare i nostri territori per valutare concretamente la nascita di nuove attività produttive che, sono certo, contribuiranno a rilanciare l’economia e il lavoro a Salerno e nella sua provincia”.

Parole di elogio nei confronti del Consorzio Asi sono state espresse dal consigliere del Consorzio Zai di Verona Pierluigi Toffalori: “Siamo stati contenti di mettere a disposizione la nostra esperienza al servizio di un’area territorialmente forte come quella della provincia di Salerno che ha delle potenzialità umane e imprenditoriali davvero significative. Vi è un’intelligenza territoriale, in questa parte della penisola, che va sottolineata con forza e che farà la differenza anche in futuro. Per quanto ci riguarda faremo la nostra parte organizzando anche degli incontri tra gli imprenditori veronesi e i tecnici del Consorzio Asi per dar loro la possibilità di poter investire, come hanno fatto nella nostra zona, anche nelle aree di sviluppo della provincia salernitana”.

LASCIA UN COMMENTO