Fabbrica Salerno: incontro del tavolo partenariale.

0
225

image-55Si è tenuto presso la sede del Settore Socio-Formativo del Comune di Salerno  l’incontro dei partner sulle azioni del progetto in corso di attuazione e sulle iniziative da intraprendere in coerenza con quanto previsto dal progetto “Fabbrica Salerno” presentato dal Comune di Salerno nel 2014 e finanziato a valere sull’avviso pubblico dell’ANCI “ComuneMenteGiovane”,  riguardante progetti di innovazione sociale a livello comunale.

All’incontro hanno partecipato l’Assessore alle Politiche Sociali Nino Savastano e il RUP di progetto Rosario Caliulo, Patrizia Laudano esperta in materia di assistenza tecnica alla P.A. e i partner che costituiscono la rete di  progetto: Associazione Avalon, FabLab Salerno,  Associazione Stay Young, QS & Partners di Vincenzo Quagliano & C. SNC,  Associazione  Effetti Collaterali e Ipotenusa Onlus.

Non ha fatto mancare il proprio sostegno e incoraggiamento l’assessore al Bilancio e Sviluppo  del Comune di Salerno Roberto De Luca. Il progetto “Fabbrica Salerno” rientra nell’area di intervento progettuale “Cultura e Turismo”  e prevede quattro fondamentali linee di azione: animazione territoriale e partecipazione a eventi e manifestazioni, che sono state già attivate,oltre a fabbrica di idee, ovvero sportello  che opera nell’ottica di serbatoio di potenziali nuove iniziative,e concorso di idee per individuare le 10 idee di coworking e nuove attività ricadenti nelle filiere culturali, artistiche e sociali.

L’obiettivo del progetto risiede nel dotare Salerno di una struttura in grado di attrarre genialità e capitali, attraverso un percorso di partecipazione rivolto a giovani under 35, in forma singola o associata, e finalizzato ad individuare possibili soluzioni all’occupabilità giovanile attraverso la creazione di microimprenditorialità, spazi di coworking e la piattaforma di Cultural Cooperation Network, tutte azioni coerenti con le linee strategiche di sviluppo della città in ordine alle potenzialità occupazionali che esprime.

LASCIA UN COMMENTO