Coronavirus, occorrono misure energiche per far ripartire il settore del turismo, che rappresenta il 13% del Pil.

0
613

dal Dr. Vittorio Mendozzi, titolare dell’Hotel Bristol di Vietri sul Mare, riceviamo e pubblichiamo

Oggi viviamo un periodo d’incertezza a tre settimane dall’inizio della quarantena, ancora non ci sono indicazioni precise su cosa dobbiamo fare e su come dobbiamo condurre la vita delle nostre imprese .

Navighiamo a vista.

Il primo intervento del governo ,ovvero il Decreto Cura Italia, aveva l’obiettivo di non far prendere un infarto al sistema economico italiano e rilanciarlo.

La verità è che ha avuto solo un effetto tampone. E molto insoddisfacente dal punto di vista della politica fiscale, si dovrebbero sospendere tutte le scadenze e portarle al 2021.

Insoddisfacente dal punto di vista delle politiche sul lavoro,  la cassa integrazione ha dei tempi troppo lunghi per l’erogazione.

In un momento cosi tutti i cittadini italiani vanno trattati alla stessa maniera non si possono creare diseguaglianze, la cassa integrazione ammonta circa a  800€/1100€ e la stessa somma  va corrisposta anche ai commercianti e Partite Iva.

Per quanto riguarda il settore del Turismo, esso rappresenta 13% del PIL nazionale, quasi un milione di posti di lavoro.

Tra la costiera Sorrentina e quella Amalfitana si registrano contrazioni di Fatturato tra il ’60 e l’80% rispetto allo scorso anno.

In Costiera Amalfitana alcuni hanno posticipato l’apertura a quando si risolverà la situazione, altri ad esempio i 5stelle Lusso pensano già alla stagione 2021.

Qualsiasi impresa turistica che produce servizi fa del suo personale la sua maggiore risorsa da curare  e da preservare.

L’impatto sociale del turismo nel nostro territorio è incredibile non ci possiamo permettere di perdere nemmeno in parte questo settore .

Per il  2020 il mercato di riferimento sarà quello italiano, con la speranza di avere  un aiuto dal MIBACT  ipotizzando degli incentivi per le vacanze in Italia con una forte campagna promozionale da parte dell’ENIT per il territorio Nazionale e Internazionale.

Per il turismo ci dovrà essere un misura specifica che mira anche al sostegno e alla ripresa del settore.

Attendiamo il Decreto di Aprile con una risposta coraggiosa come è stata quella tedesca da 120Miliardi di € e quella Spagnola 117Miliardi di € .

Per quanto riguarda tutto il sistema turismo e in generale il produttivo italiano, il Governo dovrà  mettere in sicurezza tutte le aziende, ibernare il sistema economico e tenerlo immutato (impresa e posti di lavoro) fino al 2021 sperando che il mercato riparta senza arrestarsi più.

Attivare  il fondo di garanzia con una formula snella facile da gestire e ottenere, dando liquidità immediata con un periodo di pre – ammortamento di 8/12 mesi.

Siamo in guerra e dobbiamo adottare un economia di guerra, far crescere  il debito pubblico e ora l’unico obiettivo è vincere la guerra con il covid-19, se c’è l’aiuto  dell’ Europa, con una manovra coordinata possiamo uscirne a testa alta.

 

Dott.Vittorio Mendozzi

Hotel Bristol  Vietri sul mare (Sa)

Vice Presidente Proloco Vietri Sul Mare

Componente Comitato di Gestione – Rete Sviluppo Turistico CostaD’Amalfi – Distretto Turistico

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here