Loco Ironico, Matteo Saggese riempie il Teatro Augusteo.

0
454

Sono ubriaco di gratitudine per avere avuto l ‘opportunità di raccontare in musica una parte della mia vita musicale e non solo– ha dichiarato a fine concerto il compositore musicista salernitano Matteo Saggese, dopo il successo clamoroso riscosso in un Teatro Augusteo gremito di amici e fan- Quando si è circondati da così tanto affetto e stima è  impossibile non emozionarsi  e donare emozioni. È stato un privilegio poter dare il mio piccolo supporto per una causa nobile ad  Annamaria Alfani e  la sua Open Onlus  Oncologia Pediatrica “

Grazie a Tempi Moderni, Marco Russo e Maria Paola Cioffi è stato possibile  organizzare  questo Evento – Concerto di  solidarietà a Salerno con il suo Loco Ironico and  friends.

Con Matteo Saggese ,  che  vive a Londra da più di trenta  anni, che scrive musica  per  artisti internazionali e per  grandi voci italiane  come Giorgia, Mina e Celentano, si sono esibiti sul palco dell’Augusteo 18 musicisti salernitani e inglesi: Carla Marciano, Antonia Criscuolo, Peppe Servillo, Phil Palmer, Mario Rosini, Two Joe Cang, Aldo Vigorito, Davide Cantarella, Gerardo Palumbo, Nicola Ferro, Alfonso Deidda, Nicola Coppola, Domenico Andria, Alessandro La Corte, Carlo Fimiani, Danny Cummings, Julian Oliver, Mazzariello Pianist.

Professionale e abile  nella conduzione  a braccio, in coerente improvisation Jazz, Valeria Saggese è riuscita in un ping  pong acrobatico di presentazioni a gestire il palco tra  musicisti e  ospiti.

Un tributo a David Bowen e tanti artisti mondiali  con sorpresa  finale  di Peppe Servillo che ha  coinvolto il pubblico in un coro  appassionato e poi  in tanti a danzare a ritmo di armonie coinvolgenti  in una standing ovation  meravigliosa che ha trasformato l’Augusteo in un Concerto da stadio.

Matteo Saggese manca alla sua città   come la città manca  a lui ma la magia della musica  ha unito tutti  in nome della solidarietà grazie  anche alle  Associazioni del territorio, al Comune di Salerno  e alla Scabec. Euforici gli spettatori hanno atteso Matteo Saggese per un saluto finale , ma lui ha  anticipato perfino il bis,  giocando come sempre di contropiede come nella sua vita, coerente per scappare via dal palco e raggiungere la sua amata   famiglia in un abbraccio collettivo rivolto    a tutti. “Devo dare un bacio a mia moglie scusate!”

Ed è partito di nuovo, speriamo per ritornare presto a far volare le sue dita sul pianoforte come  solo lui sa fare.

Gilda Ricci

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here