I VIGILI DEL FUOCO “ANGELI DELLA SICUREZZA” AL PANATHLON CLUB SALERNO

0
596

Agli uomini e alle donne dei Vigili del Fuoco, che sono eroi ogni giorno e per i quali un giorno senza rischio è un giorno non vissuto, è stato dedicato l’incontro conviviale del Panathlon Club di Salerno intitolato :”I Vigili del Fuoco Angeli della Sicurezza, baluardo di valori di Vita e di Sport” , organizzato sabato sera al Lloyd’s Baia Hotel dal presidente del sodalizio, il dottor Enzo Todaro:” Il Panathlon Club di Salerno è forse l’unico in Italia che ha voluto rendere omaggio ai Vigili del Fuoco, eroi sconosciuti, sempre presenti dove c’è il pericolo: ogni cittadino sensibile dovrebbe ringraziare questi Angeli della Sicurezza che spesso pongono a serio pericolo la propria incolumità”.

L’ingegnere   Adriano De Acutis, Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco di Salerno ha ricordato che i Vigili del Fuoco sono chiamati per interventi di vario tipo: ” Dal gattino salito su un albero, all’apertura di porte, a crolli, incendi, alluvioni. Abbiamo colonne mobili sempre pronte a partire in caso di calamità. La nostra attività è di soccorso, ma anche di prevenzione”. Al Comando dei Vigili del Fuoco di Salerno fanno capo oltre cinquecento persone , per la gestione della parte operativa, e circa ottanta che si occupano della gestione amministrativa.. “Il Comando di Salerno, che è tra i primi dieci in Italia, fa circa 15.000 interventi l’anno. Un cittadino ogni 65, in Provincia di Salerno, ogni anno chiama i Vigili del Fuoco”. De Acutis ha anche spiegato che per un vigile del fuoco è fondamentale avere una buona forma fisica :” Tutti coloro che partecipano ai concorsi per entrare nei Vigili del Fuoco devono superare delle prove fisiche molto selettive. Con le Fiamme Rosse abbiamo delle eccellenze sportive di livello mondiale. A Salerno abbiamo una squadra di calcio allenata da Pasquale Ciaglia. Nell’ultimo Campionato Nazionale di calcio a 5 dei Vigili del Fuoco, dove ci siamo classificati al secondo posto, un nostro atleta è stato nominato miglior giocatore del campionato. Abbiamo ottimi atleti anche nello sci e nel nuoto per salvamento”.

Il Comandante Fabrizio Santangelo, Vicepresidente del Gruppo Sportivo Vigili del Fuoco – Fiamme Rosse e dirigente del gruppo ginnico-sportivo del Corpo Nazionale, ha raccontato che i Vigili del fuoco svolgono attività sportiva, dai primi del `900, quando ancora si chiamavano “Civici Pompieri”:” Sono tanti i campioni che hanno vestito la maglia dei Vigili del Fuoco, come il pesista Carlo Galimberti, che ha conquistato quattro medaglie olimpiche, e Romeo Neri, ginnasta di fama internazionale. Anche Nino Benvenuti era un Vigile del Fuoco.   Ma tanti altri sono i Campioni dei Vigili del Fuoco come lo sciatore Maurizio De Zolt; il campione di canottaggio Alessandro Corona, che ha partecipato a quattro Olimpiadi, il canoista Gennaro Cirillo, che ha partecipato alle Olimpiadi di Los Angeles, e Jury Chechi, il Signore degli Anelli La squadra di calcio dei Vigili del Fuoco ha anche vinto uno scudetto nel 1944 quando partecipò al “Torneo di guerra dell’Alta Italia” al quale parteciparono squadre come il Milan (si chiamava Milano), l’Inter (Ambrosiana) e la Juventus. In finale, a Milano, i vigili spezzini affrontarono, vincendo, il Venezia e la squadra del “grande” Torino di Piola, Gabetto, Ferraris e Mazzola”. Il Comandante Santangelo ha anche ricordato i successi della nuotatrice Simona Quadarella, degli schermidori Alberto Arpino e Lucia Lucarini; che il Gruppo Sportivo delle Fiamme Rosse, che conta 29 gruppi sul territorio nazionale, è stato fondato nel 2013 e che ci sono 101 gruppi sportivi dei Vigili del Fuoco in Italia:” Quello di Salerno è dedicato a Vincenzo Giannella”. Alla serata hanno partecipato le campionesse di canottaggio Paola Piazzolla, ventiduenne di Barletta, vincitrice di quattro titoli mondiali ed Eleonora Trivella, di Pisa, campionessa del mondo nel 2010. Il sogno delle due atlete, che sono amiche della campionessa olimpionica del Circolo Canottieri Irno di Salerno, Laura Schiavone, è di partecipare alle Olimpiadi. L’allenatore che le ha accompagnate, Alessandro Simoncini, ha partecipato alle regate storiche: ” Ho fatto parte dell’equipaggio di Pisa e conosco molti amici di vecchia data come gli amalfitani Franco Noio e Peppe Ingenito”. Erano presenti, inoltre, alcuni rappresentati del Corpo dei Vigili del Fuoco di Salerno: l’ingegner Raffaele Cimmino, responsabile del gruppo sportivo di Salerno; l’ingegner Filiberto Russo; la dottoressa Lucia Spagnolo; Massimo Salzano , nuotatore di ottimo livello; Maurizio Marsano e Alfonso Savastano”. Il Presidente Todaro a nome di tutti soci, ha donato ai due Comandanti due litografie ritoccate a mano dal Maestro Bartolomeo Gatto sui toni dell’azzurro e del rosso. (Foto di Antonello Venditti).

Aniello Palumbo

 

LE PAROLE DI APPREZZAMENTO DEI PRESENTI

Parole di apprezzamento per il grande lavoro che ogni giorno svolgono i Vigli del Fuoco sono state espresse dai tanti presenti alla serata: tra essi vi erano l’onorevole Guido Milanese, Vicepresidente del Panathlon Salerno, che ha sottolineato il valore dei Vigili del Fuoco:” Lanciano il cuore oltre l’ostacolo, e molto spesso non viene riconosciuta la loro opera anche dal punto di vista economico. Il termine di eroi si addice in modo particolare a loro”. Anche per il Comandante della Capitaneria di Porto di Salerno, il Capitano di Vascello Giuseppe Menna, i Vigili del Fuoco:” Sono un Corpo di Eroi: sono sempre presenti in tutte le situazioni di pericolo; la loro opera è contraddistinta dalla passione che mettono nel loro lavoro”. La  professoressa Paola Berardino, Delegata Provinciale del Coni, che è stata anche arbitro olimpico, ha espresso parole di apprezzamento per il Gruppo Sportivo delle “Fiamme Rosse dei Vigili del Fuoco:” Da sempre svolgono un’opera meritoria, sia per la società civile che per lo sport italiano”. Il già Procuratore Capo Corrado Lembo, “Sono la figura più esemplare del vero eroe: fanno il loro lavoro in silenzio senza mettersi in mostra”. Il dottor Giovanni Ricco, Presidente del “Circolo Canottieri Irno” di Salerno ha ricordato che Salerno vanta una gloriosa storia nel campo del Canottaggio: ” Il nostro Circolo, che ha 108 anni di storia, annovera una serie di campioni della storia del canottaggio internazionale e degli sport del mare in generale”. Anche per il Giudice Pasquale Andria, già Presidente del Tribunale per i Minorenni di Salerno, il Corpo dei Vigli del Fuoco:” Sono un corpo fondamentale nella storia civile del nostro Paese: un presidio per la sicurezza. Il Panathlon è sempre particolarmente attento alle risorse istituzionali e non che sul territorio si esprimono in funzione della tutela della collettività”. Il dottor Bruno De Filippis Presidente della Sezione Civile della Corte d’Appello di Salerno, ha sempre ammirato il lavoro dei Vigili del Fuoco:” Siamo sempre stati consapevoli dell’eroismo della quotidianità di questo corpo che è anche portatore di valori umani, sportivi e di legalità nei quali ci riconosciamo”. La dottoressa Mariarita Giordano, Assessore alle Politiche Giovanili e all’Innovazione del Comune di Salerno, ha ricordato il grande valore del Corpo dei Vigili del Fuoco:” Sono parte integrante della nostra vita e della tutela della nostra vita”. Il dottor Salvatore Giordano, Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Salerno da sportivo ha ricordato che la squadra di calcio dell’Ordine dei Commercialisti ha incontrato la squadra dei Vigili del Fuoco di Salerno nel torneo con gli Enti Locali :” Sono molto forti. E’ difficile batterli”. Il dottor Antonio Sanges, Presidente dell’associazione “ Polisportiva Salernitana Sporting”, famoso schermidore di livello nazionale conosce bene il valore delle Fiamme Rosse e del Corpo dei Vigili del Fuoco:” Un corpo che rende lustro all’Italia, sia dal punto di vista sportivo, sia del servizio sociale”. Presenti anche il Presidente del Panathlon Club ” Costiera Sorrentina & Vesuvio” il Cavaliere Liberato Esposito, il Segretario dell’Ordine dei Commercialisti di Salerno, il dottor Agostino Soave; la Past Governatrice del Club Inner Wheel Salerno, la professoressa Maria Pietrofeso Andria   e i giornalisti Pino Blasi, Luisa Tornitore, Enrico Scapaticci, Dario Cioffi e Tony Ardito segretario del Club.

Aniello Palumbo

 

 

LASCIA UN COMMENTO